Attualità Genova

Domani la camminata di Legambiente e Italia Nostra in difesa di Vesima

Avrà luogo domani, 28 novembre, la camminata tra Crevari e Vesima alla scoperta delle colline minacciate dalla speculazione edilizia: l’escursione è organizzata dal Comitato per la salvaguardia del territorio di Vesima con Legambiente Liguria e Italia Nostra per mostrare la bellezza delle colline dell’estremo ponente genovese dove investitori privati stanno ottenendo dal comune di Genova l’autorizzazione a costruire decine e decine di villette raggruppate in piccoli borghi. E lanciare un allarme sulle tutte le aree collinari genovesi, zone a rischio idrogeologico dove l’input del Comune appare chiaro: costruire ancora.

In relazione al caso di Vesima la Giunta del sindaco Bucci ha infatti votato la modifica del Puc in modo tale da consentire l’edificazione di nuove costruzioni residenziali in terreni sino ad oggi destinati ad uso agricolo. Per questo motivo il Comitato La Vesima ha lanciato una petizione online https://www.change.org/genovavesima (che in una decina di giorni ha quasi raggiunto le duemila firme) per bloccare la variante al Puc e chiedere al Comune di realizzare i servizi minimi previste dalla legge (acqua potabile, rete fognaria, rete del gas, mezzi pubblici).

«Vesima è solo il primo tentativo di cementificare ancora le campagne intorno a Genova, – denuncia Daniele Salvo del direttivo di Legambiente Liguria – quello che sta succedendo a Vesima deve mettere in allarme il resto della città. Da una parte il Comune ha appena ricordato i morti dell’alluvione di dieci anni fa, dall’altra persevera nei soliti errori. Basta pensare che l’Aurelia nel tratto di Vesima e sempre soggetta a frane, la ferrovia ad allagamenti, e le nuove abitazioni nasceranno in una località che gli abitanti della zona chiamano Rio Frana». Legambiente Liguria ricorda che l’UE e le Nazioni Unite chiedono di azzerare il consumo di suolo netto entro il 2050, di allinearlo alla crescita demografica e di non aumentare il degrado del territorio entro il 2030.

L’appuntamento per l’escursione è il 14 novembre alle 10 dal capolinea dell’1 in via Camozzini a Voltri oppure alle 11 a Crevari in piazza Montagna, da lì si proseguirà per Campenave e poi lungo i sentieri sino al borgo di Vesima per poi concludersi in spiaggia intorno alle 13; gli organizzatori raccomandano ai partecipanti d’indossare calzature adeguate per camminare lungo mulattiere e sentieri, giacca a vento e acqua in borraccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.