Attualità In Primo Piano

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: la Regione Liguria dal 2007 ha una legge che disciplina la materia

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare in quel giorno attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.

La data della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne segna anche l’inizio dei “16 giorni di attivismo contro la violenza di genere” che precedono la Giornata mondiale dei diritti umani il 10 dicembre di ogni anno, promossi nel 1991 dal Center for Women’s Global Leadership (CWGL) e sostenuti dalle Nazioni Unite, per sottolineare che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani.

In molti paesi, come l’Italia, il colore esibito in questa giornata è il rosso e uno degli oggetti simbolo è rappresentato da scarpe rosse da donna, allineate nelle piazze o in luoghi pubblici, a rappresentare le vittime di violenza e femminicidio.

In Liguria dal 2007 esiste una legge regionale sul tema della violenza di genere, la lr 12/2007 “Interventi di prevenzione della violenza di genere a sostegno delle donne e dei minori vittime di violenza”, una delle prime leggi regionali italiane a inquadrare il fenomeno. Con questa legge la Regione si propone di tutelare le donne vittime di violenza e di assicurare loro il recupero dell’autonomia, materiale e psicologica, e della propria integrità fisica nel rispetto della riservatezza personale. Per realizzare questi e altri obiettivi, promuove e organizza attività di prevenzione, tutela e solidarietà alle vittime, così come percorsi di elaborazione culturale e d’informazione per tutti i cittadini.
Giovedì 25 novembre nelle piazze dei quattro capoluoghi sarà posteggiato un autobus con un sedile rosso dal significato preciso: “Qui non c’è posto per la violenza”. Sul posto saranno presenti i Centri Antiviolenza regionali, che si impegnano quotidianamente per aiutare le donne vittime di violenza, per dare informazioni e sensibilizzare sul fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *