Sport

Calcio, vernissage questa sera alle 20.45 per il nuovo Genoa a stelle e strisce

Genoa-Roma sarà una partita comunque storica, sarà la prima del nuovo corso per il club  rossoblu che ha cambiato proprietà diventando “americano” e con nuove prospettive davanti. Palpabile l’entusiasmo e la voglia di ripartire dopo anni ondivaghi in cui a stagioni positive se ne sono alternate altre meno entusiasmanti. Sarà anche la notte del debutto di Andriy Shevchenko sulla panchina rossoblu dopo il ribaltone che è costato il posto a Ballardini esonerato dopo il 2-2 di Empoli. Una serata, dunque, dai contenuti tecnici ed emotivi di assoluto interesse anche perchè i giallorossi sono squadra di livello. I rossoblu, al di là del nuovo corso e in attesa del mercato di gennaio che dovrà praticamente ricostruire la squadra, devono però tentare di dare una scossa alla classifica che li vede in zona retrocessione e con una sola vittoria esterna e nessun successo interno. Anche per la Roma la serata è di quelle da non sbagliare, la doppia sconfitta contro Milan e Venezia ha acceso  qualche malumore in casa giallorossa e i soli 6 punti conquistato lontano dall'”Olimpico” sono un bottino poco rassicurante e sicuramente deludente.  Shevchenko dovrà fare fronte alle tantissime assenze, ultime in ordine di tempo quelle di Criscito e Caicedo; Mourinho spera di recuperare Koumbulla, non ce la farà Smalling e Pellegrini è a rischio. Si gioca alle 20.45

Genoa (4-3-3): 22 Marchetti; 18 Ghiglione, 14 Biraschi, 15 Vasquez, 50 Cambiaso; 65 Rovella, 47 Badelj, 11 Behrami; 20 Ekuban, 24 Bianchi, 19 Pandev. All. Shevchenko

ROMA (3-4-1-2): 1 Rui Patricio; 23 Mancini, 4, Cristante, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 17 Veretout, 7 Pellegrini, El Shaarawy; 22 Zaniolo; 9 Abraham, 77 Mkhitaryan. All.: Mourinho

 

I PRECEDENTI

Vittorie Genoa:  25   (ultima nel 2014, 2-1)

Pareggi           :  17

Vittorie Roma :   12 (ultima nel novembre 2020 1-3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *