Politica

Strage di Nassyria, Vaccarezza (Cambiamo!): “Diciotto anni che non cancellano il dolore”

“Descrivere questa giornata non è mai semplice. Dal primo appuntamento di questa mattina a Loano, alle celebrazioni di Finale Ligure, nei giardini dedicati a Daniele Ghione, le emozioni si accavallano” lo afferma Angelo Vaccarezza, capogruppo regionale di (Cambiamo!) ricordando i morti di Nassyria

I ricordi mi riportano indietro a quel maledetto 12 novembre 2003: la notizia dell’attentato, la morte dei nostri connazionali, che ci colse di sorpresa, il dolore prepotente, devastante, da levare il fiato. L’abbraccio con la famiglia di Daniele Ghione, ogni volta rinnova un insieme di sentimenti forti, veri“.

Vi dirò una cosa: osservare il dolore composto e dignitoso di papà Sergio e mamma Oriella, e di sua moglie Miriam,  aggiunge dolore al dolore. Hanno perso un figlio, un marito, hanno dovuto reinventarsi una vita. Per questo, io li ammiro ancora di più e sono onorato di essere loro amico“.

Non ve ne siete mai andati. Diciotto anni. Una vita. Diciotto anni che non cancellano il dolore. Non passa, come non passano i vostri nomi, né il vostro sacrificio. Diciotto anni oggi, non è trascorso un giorno

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *