Cronaca Vado Ligure

Vado Ligure, partita la seconda fase dei lavori a difesa della costa

Ha preso il via il 28 settembre la seconda fase dei lavori a difesa della costa di Vado Ligure allo scopo di mitigare l’effetto del moto ondoso ed evitare l’erosione della spiaggia.

Il progetto, dal valore complessivo di 1 milione e 93 mila euro, prevede la realizzazione di due isolotti di massi soffolti, sotto il livello del mare, per evitare il deterioramento dell’arenile e l’insabbiamento della foce del torrente Segno e del litorale davanti ai bagni Karibù.

Verrà inoltre realizzato un pennello a nord della foce del rio Valletta per intercettare il sedime che la corrente marina spinge verso sud.

La seconda fase dell’intervento, ripreso dopo i lavori di ripristino della spiaggia interrotti per consentire lo svolgimento della stagione balneare, è eseguita dalla ditta Idresia infrastrutture Srl e avrà una durata stimata in 160 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *