Politica

Regione, Sanità. Arboscello: “La giunta Toti soffoca il dibattito sulla sanità, per coprire l’assenza di idee”

Roberto Arboscello, consigliere regionale di minoranza, afferma: “In Consiglio Regionale abbiamo affrontato il Ddl 81, inerente l’impostazione delle misure finalizzate all’attuazione della ripresa e resilienza ligure. Un enorme dispositivo collegato alla discussione dell’assestamento di bilancio della Regione. In questo dispositivo è presenta una dotazione inedita di risorse collegate al Pnrr nazionale. In particolare nell’art. 10, si parla di ingenti risorse per la Sanità ligure, superiore ai 100 milioni per il prossimi tre anni, nel dettaglio 46 milioni nel 2021 e 35 milioni per gli anni 2022 e 2023. Un’ottima notizia, che la giunta Toti si appresta a comunicare con l’abituale sforzo comunicativo, ma sulla quale non è stata fatta alcuna discussione né in Aula né nelle commissioni competenti”,

I consiglieri regionali, di maggioranza e opposizione, sono stati invitati a votare favorevolmente per l’utilizzo di questo risorse, senza che venisse indicata una strategia, un obiettivo, un piano di attuazione. Ma come possiamo votare un’allocazione di risorse senza che nessuno spieghi come vengono impiegati”.

Una volta ancora la giunta Toti soffoca il dibattito sulla sanità, per coprire l’assenza di idee. Questa volta con l’aggravante di 100 milioni da spendere, senza sapere come, in uno dei settori strategicamente più importanti per la nostra Regione”.

È amaro avere la conferma che la Giunta Toti non ha una visione della Liguria di domani sulla sanità, così come gli altri pilastri sulle quali poggia l’erogazione di risorse collegata al Pnrr”, afferma il capogruppo del PD Articolo Uno, Luca Garibaldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.