Albenga Cronaca In Primo Piano

Albenga, lavoratori Laerh in piazza: sciopero e corteo. In gioco il futuro di 45 lavoratori

Sciopero di 24 ore e manifestazione dei lavoratori di LaerH, fornitore strategico di Piaggio Aerospace, questa mattina ad Albenga con un corteo che è partito da Ponte Viveri per concludersi davanti alla sede del Municipio per sensibilizzare le istituzioni alle problematiche di una delle tante vertenze industriali della provincia di Savona. In ballo il destino di 45 lavoratori che vedranno scadere a settembre gli ammortizzatori sociali: “Negli ultimi 15 giorni infatti, nonostante l’interessamento del Prefetto – spiegano le sigle sindacali –  non si è concretizzata alcuna novità positiva rispetto ai carichi di lavoro per lo stabilimento di Albenga in grado di scongiurare il rischio, una volta terminati gli ammortizzatori sociali ancora a disposizione, di licenziamenti”.

Le prospettive per lo stabilimento dell’azienda del settore aerospace insediatasi ad Albenga nel 2015 in virtù dell’accordo di programma Piaggio del 2014 si stanno facendo infatti sempre più preoccupanti. I carichi di lavoro sono ad oggi limitati quasi esclusivamente al reparto montaggio, con più della metà dei lavoratori in cassa integrazione, quindi, e se si eccettuano le attività attualmente svolte per Piaggio, non c’è di fatto altro lavoro. La crisi del settore determinata dalla pandemia completa un quadro che si sta facendo sempre più drammatico”.

È dalla fine del 2018, ossia dall’avvio dell’amministrazione straordinario in Piaggio, che i lavoratori stanno subendo pesantemente l’utilizzo degli ammortizzatori sociali ed il rischio, con la fine della CIGO con causale covid, è che dopo queste ulteriori 13 settimane, quindi a fine settembre, i lavoratori rimangano senza lavoro e senza ammortizzatori sociali, il che significa prospettiva di licenziamenti”.

“Un tale esito sarebbe inaccettabile e sancirebbe una sconfitta per tutti a cominciare dalle Istituzioni che devono essere garanti degli accordi sottoscritti, accordi che dovevano rilanciare una azienda strategica come Piaggio ed attirare nuove realtà produttive nel territorio generando nuova occupazione”.

L’unica soluzione nell’immediato è data dalla possibilità di una commessa da Piaggio per ulteriori velivoli P180 destinati alle forze armate per cui non è però ancora arrivata l’approvazione del Ministero della Difesa e del Governo”.

Al corteo hanno partecipato il sindaco di Albenga, Tomatis, il consigliere regionale PD, Roberto Arboscello; gli onorevoli Vazio,  Ripamonti e il sindaco di Finale, Frascherelli.

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *