Politica Savona

Savona, il PD vuole chiarimenti sulla campagna vaccinale

Il Pd Savonese scrive una “lettera apeta” a Sindaco e assessore alla sanità per avere chiarimenti sulle vaccinazioni nel capoluogo della “Torretta” soprattutto per quello che riguarda le fasce dei vulnerabili e ultravulnerabili.

“Premesso che:

– In Liguria ci sono più di 70mila ultraottantenni che aspettano ancora la prima dose di vaccino e migliaia di soggetti fragili e ultrafragili che stanno attendendo da settimane una chiamata.
– Avere chiare le tempistiche può semplificare i problemi di comunicazione e tranquillizzare anziani e famiglie.
– A Savona ci sono alcune decine di volontari (tra Auser e Anteas) che effettuano il trasporto protetto degli anziani ultra fragili e che mettono a disposizione il loro tempo e che attendono di essere vaccinati come “volontari a contatto con persone fragili”.
– Da mesi, insieme agli over 80 attendono la vaccinazione. Si tratta di una questione di sicurezza per loro e per gli anziani di cui si occupano.
– La vaccinazione degli elementi più fragili in maniera capillare, omogenea e veloce, consentirà di allentare la situazione difficile dei nostri ospedali e conseguentemente sarà possibile, come confermato in conferenza stampa dal Presidente Draghi, allentare le restrizioni con una boccata di ossigeno anche all’economia”.

“Sosteniamo l’iniziativa del nostro consigliere regionale Roberto Arboscello che ha impostato un form di raccolta di segnalazioni per eventuali disservizi da inviare direttamente ad Alisa, https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdm-r2uOOhB_YBUBa28_cGjAkGMptm_bihrbScWH54d2pl-fA/viewform

Esistono inoltre preziose attività di associazioni sul territorio che si mettono a disposizione per aiutare le persone che hanno i requisiti a prenotarsi sul portale

https://prenotovaccino.regione.liguria.it/

Ogni iniziativa di corretta comunicazione e di facilitazione per raggiungere gradualmente e capillarmente le persone nelle fasce di età è utile ed è importante per uscire insieme da questo momento di difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *