Cronaca In Primo Piano La Spezia e provincia

Riomaggiore, borseggi, false identità e compravendita di beni di lusso: incastrata donna Rom

Borseggi, false identità e compravendita di auto di lusso: i carabinieri di Riomaggiore, nell’ambito dell’operazione “Scilla e Cariddi” hanno sequestrato conti correnti, beni mobili registrati e beni immobili in esecuzione di misura di prevenzione patrimoniale nei confronti di una donna di origine Rom residente a Genova. La donna, deferita in stato di libertà, è risultata in possesso di 24 alias, cioè identità diverse che le hanno sempre permesso di farla franca. La donna aveva diversi precedenti penali e per reati contro il patrimonio, 15 condanne definitive per il delitto di evasione e due per contravvenzione alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. in particolare risultano più di 60 condanne per furti aggravati, borseggi, consumati e tentati, 7 precedenti di polizia per rapina consumata e tentata. Le indagini si sono sviluppate confrontando i redditi dichiarati dal nucleo familiare che ha evidenziato un divario di ben 150.000 euro, ma anche attraverso indagini che hanno ricostruito una serie di cambi di valuta estera tra il 2015 e il 2019 per un valore di quasi 24.000,00 euro che non avevano alcuna spiegazione se non nel cambio dovuto ai proventi dei borseggi nei confronti di turisti anche stranieri. Emerso anche l’acquisto di un’ auto di lusso
rivenduta all’estero. In esecuzione del decreto emesso dal tribunale di Genova su proposta della direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo, i carabinieri hanno sequestrato 4 conti corrente in uso al nucleo familiare, 21 autoveicoli e 6 beni immobili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *