Attualità In Primo Piano

Vaccino Astrazeneca, Ministero della Salute: “Raccomandato nelle persone sopra i 60 anni”

Il ministero della Salute ha aggiornato le raccomandazioni sul vaccino AstraZeneca contenute in una circolare inviata a Regioni e istituzioni. “Sulla base delle attuali evidenze, tenuto conto del basso rischio di reazioni avverse di tipo tromboembolico a fronte dell’elevata mortalità da COVID-19 nelle fasce di età più avanzate si rappresenta che è raccomandato un suo uso preferenziale nelle persone sopra i 60 anni. Chi ha già ricevuto una prima dose Vaxzevria, può completare il ciclo col medesimo vaccino”. Il vaccino è stato approvato dai 18 anni di età in su. Ha detto il direttore del reparto Prevenzione del Ministero Gianni Rezza: “Grazie a questo vaccino la mortalità in Inghilterra è stata fortemente abbattuta. AstraZeneca ha dimostrato grande efficacia nel prevenire le forme gravi di malattia anche nella popolazione più anziana. Le strategie devono essere flessibili quando si affronta una pandemia sconosciuta come questa. La cosa migliore, secondo me, è dare priorità agli anziani per scendere via via con le età e continuare nell’opera di abbattimento dell’incidenza della malattia. Nel frattempo bisogneranno elaborare le miglior strategie in modo da accelerare la campagna vaccinale nel modo migliore possibile“.

E’ chiaro che nel momento in cui si decide di modificare l’uso sulle fasce di età anche le strategie ne risentono e forse ne potremmo trarre vantaggio. Se io dovessi scegliere abbatterei prima di tutto la mortalità concentrandomi sulle più alte fasce d’età. Vaccinare le fasce di età 20-40 anni con vaccini che assicurino all’80% di bloccare la trasmissione del virus possiamo accelerare la corsa verso l’immunità di comunità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *