Attualità Pietra Ligure

Comitato “Nascere a Pietra”: “L’assenza del pronto soccorso ostetrico e del punto nascite è un fattore di rischio addossato alle donne e le famiglie del ponente ligure”

Commenta il Comitato “Nascere a Pietra”: “L’incidente che ha coinvolto una donna incinta ha evidenziato quanto l’assenza del pronto soccorso ostetrico e del relativo punto nascite a Pietra Ligure sia un fattore di rischio addossato alle donne e le famiglie del ponente ligure. Questa volta è andata bene ma non possiamo sempre sperare nella fortuna… è sempre più urgente la riapertura del punto nascite del Santa Corona”.

“E’ fondamentale in questo periodo di urgenza ed emergenza riaprire il Pronto Soccorso Ostetrico. Bisogna evitare che situazioni di improvvise ed immediato pericolo per la salute materna e fetale non trovino risposta adeguata dal punto di vista della rapidità e della risoluzione”.

“La chiusura “temporanea” del punto nascita dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure non significa soltanto che i bimbi non potranno più nascere a Pietra Ligure, ma significa anche: 1) assenza totale (chiusura) di un pronto soccorso Ostetrico/Ginecologico con conseguente impossibilità di assistere qualsiasi urgenza e emergenza; 2) depotenziamento ulteriore del Dea (Dipartimento di Emergenza e Accettazione) di II° Livello; 3) decadimento del livelli minimi obbligatori di sicurezza propri di un Dea di II° livello, sede di trauma Center, Centro Ictus, Angiografia interventistica di ultima generazione; 4) impossibilità a erogare assistenza alle donne vittime di violenza sessuale in quanto il ginecologo non è presente dalle h 14,00 alle h. 8,00″.

“Questa scelta di chiusura “temporanea” ha creato un vero e proprio vuoto assistenziale, non solo un disservizio – conclude – Il nostro territorio per la sua conformazione presenta una particolare complessità; pur non essendo eccessive le distanze, occorre molto tempo per percorrerle, tempo prezioso e fondamentale per la vita in una situazione di emergenza, urgenza ostetrica (trauma nella donna gravida, il distacco di placenta, l’emorragia del IV trimestre di gravidanza, l’Hellp syndrome, il parto precipitoso)”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *