Cronaca Genova In Primo Piano

Genova, a ventiquattrore dall’omicidio di Clara Ceccarelli oggi presidio e flashmob contro il femmincidio

Genova è sgomenta per il femminicidio che si è consumato nella serata di ieri in Piazza Colombo dove Clara Ceccarelli di 69 anni è stata assassinata dal suo ex fidanzato, Renato Scapusi di 59 con problemi economici di ludopadia e psichiatrici, nel negozio di scarpe dove lavorava. L’uomo, dopo essere fuggito è stato ritrovato circa 3 ore dopo dalla Polizia mentre tentava di suicidarsi: condotto in Questura ha confessato. Oggi il Centro Antiviolenza Mascherona ha dato vita ad un flasmob nella piazza dll’omicidio contro la violenza sulle donne a cui hanno partecipato 91 donne che hanno dato vita ad una catena umana nel rispetto delle norme anti COVID, con un fazzoletto rosa su ciascuno dei quali era scritto il nome delle donne vittime di femminicidio nel 2020. Tante le persone che hanno partecipato e che hanno lasciato fiori e mimose davanti all’ingresso del negozio dove ieri sera si è consumata la tragedia e dove sono stati appesi striscioni su alcuni dei quali era scritto: “L’uomo violento va giudicato, non credere alle donne è femminicidio di stato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *