Cairo Montenotte Cronaca In Primo Piano

Nuovo carcere nel Savonese, effettuato il sopralluogo anche a Cairo Montenotte

Dopo il sopralluogo di ieri a Cengio, la delegazione del Ministero della Giustizia questa mattina ha visitato i siti di Cairo Montenotte dove costruire il futuro carcere. La delegazione ha visitato le aree identificate insieme al sindaco di Cairo, Lambertini, e al Presidente della Provincia, Olivieri che ha fatto il punto:

“Si è svolto questa mattina a Cairo Montenotte il seguito del sopralluogo iniziato ieri nelle aree di Cengio con i funzionari del Ministero di Giustizia e il Rappresentante del Provveditorato Opere Pubbliche che fa capo al Ministero delle Infrastrutture. Ci siamo recati, dopo una prima parte di incontro presso il Comune di Cairo per la disamina della documentazione già evidenziata dal Sindaco e dall’Amministrazione di concerto con i loro Uffici, sui tre siti evidenziati dall’Amministrazione Cairese. Una prima zona limitrofa al centro del paese, detta Zona del Tecchio, un’area importante la cui conformazione è apparsa da subito interessante e confacente alle esigenze tecniche, una seconda area in zona Passeggeri e una terza in zona Industriale Ferrania, parte delle ex aree Marcella già occupate dalla parte maneggio dello stabilimento storico Ferrania.

L’attività di questi due giorni è stata molto costruttiva e ci siamo informalmente aggiornati con i funzionari all’esito dell’istruttoria che gli uffici di Castello di Giustizia con quello delle Infrastrutture verrà conseguentemente svolta a seguito dei sopralluoghi.

Il prossimo passo sarà perciò la costituzione della Commissione Paritetica tra i due detti Ministeri e siamo rimasti d’accordo di tenerci in contatto con un tempo di scadenza di almeno un mese per l’elaborazione dei dati ricavati da questi due giorni di lavoro sul territorio.
Come Presidente della Provincia rilevo sincera soddisfazione all’esito dell’attività svolta che avvia concretamente questo percorso; abbiamo ribadito in tutti i frangenti l’interesse e la volontà concreta a procedere e a trovare la soluzione più corretta e confacente una tempistica di urgenza. Mi aggiornerò per riconvocare il tavolo di coordinamento territoriale con i nostri parlamentari e consiglieri regionali e gli amministratori locali tutti nei prossimi giorni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *