Economia

Per la Liguria 90 milioni di Euro per l’agricoltura

L’Unione Europea ha stanziato i fondi per il finanziamento della proroga del PSR 2014-2020 per il biennio 2021-2022.

Attingono a due fonti finanziarie diverse: il FEASR (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale), che per l’Italia vale 3 miliardi, e la quota del Recovery Fund destinata allo sviluppo rurale, circa 910 milioni per l’Italia.

Non è ancora stata decisa una ripartizione dei fondi tra le regioni – spiega il vicepresidente e assessore all’agricoltura di Regione Liguria Alessandro Piana – ma tutto lascia prevedere che alla Liguria spetterà una quota non molto diversa da un normale biennio del programma di sviluppo rurale, cioè una cifra di circa 90 milioni di euro di fondi pubblici totali, sommando fondi europei, statali e regionali“.

Nei prossimi mesi procederemo alle opportune modifiche del PSR – prosegue – per adeguarlo alla nuova prospettiva temporale, che permette in parte di consolidare progetti finanziati e avviati con successo, in parte di fissare nuovi obiettivi che discenderanno in parte dalle priorità stabilite dal nuovo regolamento europeo, che destina una quota consistente dei fondi a progetti di salvaguardia ambientale e di innovazione dei processi in agricoltura“.

Ad ogni modo – conclude Piana – l’impiego di nuove risorse è indispensabile per l’agricoltura ligure, che ha impiegato tutti i fondi disponibili del PSR 2014-2020 nei progetti a favore delle imprese, degli enti locali e del territorio, raggiungendo anche quest’anno gli obiettivi di spesa previsti dai regolamenti europei“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *