Albenga, demolito il ponte sul Rio Fasceo e Carendetta

Proseguono celermente i lavori di messa in sicurezza di Rio Fasceo e Carendetta eseguiti dalla ditta S.A.S. Fratelli Vecchione e consegnati lo scorso 25 maggio dopo l’espletamento del preventivo e necessario intervento di spostamento dei sottoservizi finanziato dal Comune di Albenga con fondi propri.

Dopo le prime fasi dei lavori oggi inizierà la parte più importante dell’intervento: la demolizione del ponte presente nella zona che era la principale causa di occlusione e ostacolo al flusso dell’acqua in caso di forti piogge.

Successivamente il ponte sarà rifatto seguendo criteri adeguati ad evitare problematiche legate al flusso dei rii.

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis sottolinea“La nostra Amministrazione è sempre stata attenta alla situazione di Rio Fasceo e Carendetta.

Abbiamo finanziato con 111 mila euro lo spostamento dei sottoservizi necessario per permettere alla ditta appaltatrice di iniziare l’intervento vero e proprio.

Abbiamo seguito i lavori da vicino concordando con l’impresa, la Sas Fratelli Vecchione che ringraziamo per la grandissima professionalità dimostrata.

Così come ci avevano detto il cronoprogramma non solo è rispettato, ma anche anticipato e questo permetterà di eliminare una delle principali cause di occlusione prima dell’arrivo della stagione autunnale.

Ringrazio anche i nostri uffici che si sono occupati della progettazione sia del primo lotto funzionale, e che stanno seguendo anche il secondo lotto per il quale abbiamo già pronto il progetto esecutivo sul quale stiamo ultimando le ultime verifiche e abbiamo già richiesto ufficialmente il finanziamento”.

Il vicesindaco Alberto Passino: “Vorrei ringraziare anche io a nome della frazione per la competenza e professionalità della ditta esecutrice delle opere. Questo intervento già nel primo lotto, rimuoverà il problema idraulico che generava le esondazioni ormai stagionali e che arrecavano enormi danni a famiglie ed aziende. Il prossimo obbiettivo è proseguire ottenendo i fondi necessari per completare l’intero progetto nella sua interezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi