Savona, la presenza di Toti a Savona per la presentazione del progetto di Villa Zanelli nel mirino del M5S e di Agcom

Savona, la presenza di Toti a Savona per la presentazione del progetto di Villa Zanelli nel mirino del M5S e di Agcom

La presenza del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti alla presentazione del progetto di Villa Zanelli a Savona qualche settimana fa è finita nel mirino del M5S e dell’Agcom. Sul sito del Comune di Savona è stato pubblicato il testo della delibera di Agcom sul fatto: “Su ordine dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni – AGCOM – si comunica che, con delibera n. 408/20/CONS emessa in data 19 agosto 2020 recante, “Ordine nei confronti del Comune di Savona per la violazione dell’art. 9 della Legge 22 febbraio 2000, n. 28”, è stata accertata la non rispondenza a quanto previsto dall’art. 9 della legge 22 febbraio 2000, n. 28, della comunicazione istituzionale realizzata attraverso l’invio di mail recante l’invito alla “Presentazione dell’avvio lavori di Villa Zanelli che si terrà venerdì 31 luglio 2020 nella Sala della Sibilla”.

Il M5S aveva denunciato che: “La Sindaco aveva organizzato una conferenza stampa sul progetto scempio di villa Zanelli, invitando e preparando quindi una passerella elettorale a Toti per un cantiere che partirà a settembre. Abbiamo denunciato, con segnalazione al Corecom, la bulimia da inaugurazione elettorale di cui è affetto il centrodestra: la risposta piccata del sindaco però non ha convinto AGCOM, che ha ordinato al comune la non rispondenza della passerella con la disciplina sulla propaganda elettorale. È una vergogna che si utilizzino risorse, mezzi e iniziative pubbliche per organizzare passerelle elettorali a uso e consumo di Toti, il tutto a spese dei savonesi, per questo abbiamo portato la questione anche all’attenzione della Corte dei Conti”.

In Primo Piano Politica Savona