Savona, post COVID-19: 230 mila euro in arrivo per interventi di adeguamento delle aule

Il Ministero dell’Istruzione ha comunicato l’assegnazione di 230mila euro di contributo in favore dell’Amministrazione Comunale di Savona per l’esecuzione degli interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

 Gli interventi previsti, a tutt’oggi in fase di definizione, riguarderanno principalmente :

  • la ristrutturazione dei servizi igienici, per aumentarne il numero e garantire la possibilità di sanificarli con maggiore accuratezza prevedendo, ove necessario, la sostituzione dei sanitari ed eventuali opere impiantistiche nonchè la rimozione e il rifacimento delle pavimentazioni e dei rivestimenti delle pareti;
  • la sostituzione degli infissi interni ed esterni, per garantire sicurezza, coibentazione termica ed acustica degli ambienti interni con la possibilità di aprirli sistematicamente per arieggiare le aule;
  • la demolizione e ricostruzione delle tramezze interne per consentire la rimodulazione degli spazi allo scopo di ampliare le aule e garantire un maggiore distanziamento tra gli studenti ovvero modificare i flussi per distinguere, ad esempio, entrate ed uscite;

“Un attenzione particolare sarà dedicata anche agli spazi all’aria aperta, dove dovrebbero essere incentivate e favorite le attività scolastiche, attraverso la sistemazione e adeguamento di pavimentazioni, recinzioni (con adeguamenti alle normative di sicurezza), murature perimetrali ammalorate e, in particolare, sarà posta attenzione al risanamento delle infiltrazioni su coperture e terrazzi. Gli interventi coinvolgeranno tutti i comprensivi scolastici del Comune di Savona nel mese di agosto sulla base delle istanze trasmesse da ogni Dirigente Scolastico alle quali sarà assegnata una priorità in ragione della fattibilità tecnica ed economica” spiega l’assessore ai lavori pubblici Pietro Santi.

 “A ciò si addizionano tutte le opere finalizzate ad eliminare le promiscuità funzionali tra le Scuole Medie Pertini di Via Verzellino e il Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti definendo compiutamente una situazione irrisolta da anni” ha proseguito Santi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi