Savona, la CGIL sul tema della sanità in Valbormida: “I problemi sono ancora insoluti”

La CGIl di Savona fa il punto della situazione sulla sanità valbormidese: “Le informazioni fornite dall’ASL 2 nel corso dell’incontro del 30 luglio hanno confermato che i problemi dell’ospedale di Cairo e dei valbormidesi resteranno, di fatto, insoluti ancora per molto tempo.

La progressiva futura riapertura di pochi ambulatori e del Punto di Primo Intervento solo su 12 ore a partire dalla metà di agosto e la prospettiva di avviare un reparto di comunità con 15/20 posti letto di post acuzie e riabilitazione da metà settembre, sono comunque passi positivi rispetto alla situazione attuale ma del tutto insufficienti rispetto alle reali esigenze dei cittadini.

L’obiettivo di ASL 2 di riportare l’ospedale di Cairo nelle condizioni PRE-COVID, oltre a risultare particolarmente difficoltoso nonostante l’impego profuso, non può essere considerato sufficiente per dare le risposte attese da tempo da tutto il territorio e più volte promesse dalla Regione.

Inoltre si aggiungono le carenze di una rete socio-sanitaria territoriale che, negli ultimi anni, non ha avuto quello sviluppo e quell’attenzione più volte dichiarate ma mai concretamente realizzate da chi ha la responsabilità di programmare la sanità ligure.

A tutto questo si aggiunge l’ostinata volontà della giunta regionale di proseguire sulla strada di una privatizzazione che in cinque anni ha prodotto solamente lo svuotamento di fatto dell’ospedale di Cairo e ricorsi e conto-ricorsi amministrativi che determinano una totale incertezza sui destini dello stesso ospedale. La Val Bormida ed i suoi cittadini meritano di più…”

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi