Politica

Savona, Il Partito Comunista sul caos TARI: “Dobbiamo constatare l’ennesimo accanimento contro una cittadinanza sempre più povera”

Il Partito Comunista Fed. Savona Sez. “Pietro Secchia” commenta il caso TARI in città

“Spariscono le esenzioni dalla Tari! La tassa sulla spazzatura, caratterizzata da una progressività basata sull’ISEE, viene appiattita dal comune in maniera uguale su tutti i cittadini savonesi. Chi guadagna 5mila euro all’anno pagherà uguale a chi ne guadagna 150mila. La pandemia e la crisi del Covid a quanto pare non valgono per le famiglie in disagio economico, i poveri devono pagare sempre, a prescindere dalla richiesta di esenzione”.

“Abbiamo parlato ieri della situazione dei commercianti, oggi dobbiamo constatare l’ennesimo accanimento contro una cittadinanza sempre più povera, senza lavoro, in cassa integrazione e disoccupazione. Dov’è l’autorevolezza di queste misure? Cosa dice il sindaco Caprioglio a riguardo? Come sempre, centrodestra e centrosinistra, sono deboli con i forti e forti con i deboli. I savonesi non dimenticheranno”.

“Il Partito Comunista esiste per essere dalla parte delle famiglie, dei lavoratori e delle lavoratrici, dipendenti, autonomi e partite Iva. Dalla parte di coloro che producono realmente la ricchezza del paese. La misura è colma e questo sistema economico non è più sostenibile”. 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *