104 News

Niero (PD): “Preservare i punti nascita del Savonese”

In altre regioni si costruiscono strutture sanitarie e ospedali, mentre in Liguria si chiudono quelli che ci sono.

Massimo Niero (PD) fa il punto sulla situazione del Santa Corona di Pietra Ligure: “La riorganizzazione dei presidi ospedalieri finalizzata alla creazione di hub dedicati ai pazienti colpiti dal Covid-19 non deve mettere a rischio i punti nascita e altri servizi sanitari del savonese ed essere la scusa per chiudere Ospedali e reparti.

In altre regioni si costruiscono strutture sanitarie e ospedali, mentre in Liguria si chiudono quelli che ci sono.

L’allarme arriva dall’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dove si è ragionato su una possibile chiusura del reparto di ostetricia per trasferirlo temporaneamente al San Paolo di Savona. All’inizio dell’emergenza sanitaria si era invece parlato del contrario, ovvero che il reparto di ginecologia dell’ospedale savonese potesse essere spostato al nosocomio pietrese. Insomma, grande confusione…

L’assessore Viale non deve approfittare dell’emergenza coronavirus per chiudere Ospedali e per decretare la sospensione di alcuni reparti.

La preoccupazione reale è che dopo la scellerata decisione di chiudere l’ospedale di Cairo Montenotte ora si voglia passare alla chiusura anche del Santa Corona, iniziando proprio da alcuni suoi reparti essenziali.

Guai se la Regione intendesse chiudere l’ospedale pietrese.

Condividiamo le preoccupazioni e le prese di posizioni sul Santa Corona da parte di sindaci ed operatori del settore, anche alla luce della lettera inviata dalla Regione Liguria, alla quale la direzione dell’ospedale pietrese ha risposto rimarcando la necessità di avere almeno tre pediatri a disposizione per tenere in piedi il reparto di ostetricia ed evitare così lo stop.

E’ chiaro che non è il momento di fare polemiche, in particolare in tema di sanità, tuttavia mantenere il punto nascite pietrese e dare garanzie a tutti gli altri reparti e servizi sanitari essenziali è cosa per la quale ci batteremo sino alla morte: il Santa Corona rappresenta un presidio essenziale di “sanità  pubblica” per tutta la Provincia di Savona e mai potrà essere presa in considerazione la sua chiusura e o il suo indebolimento.

Anzi auspichiamo che la richiesta di rafforzare il reparto pietrese per garantire il servizio sanitario abbia risposte immediate da parte dell’ente regionale.

La Regione, dopo quanto decretato per la Val Bormida, con la scusa del Covid-19, sta mettendo a nudo le sue reali intenzioni che sono quelle di depauperare la sanità pubblica savonese di presidi ospedalieri e di reparti assolutamente essenziali.

Siamo vicini a tutti i medici e infermieri impegnati in questa drammatica calamità sanitaria, per i quali non ci sono parole adeguate per ringraziarli e saremo sempre vigili nella difesa dei servizi sanitari essenziali per i cittadini e la popolazione”.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi