104 News

Emergenza coronavirus, il Comune di Loano non si ferma: tutti i servizi, l’impegno di Cri e delle attività commerciali

Al fine di agevolare la fruizione dei servizi da parte della popolazione, per tutto il periodo dell’emergenza è stato attivato il numero di telefono 331-3180647

Il coronavirus non ferma l’attività del Comune di Loano. Nonostante la situazione di emergenza, infatti, i cittadini possono continuare ad usufruire dei servizi offerti dall’Ente loanese, anche se in forma diversa rispetto a quella più consueta. Spiega il sindaco Luigi Pignocca: “Al fine di tutelare la salute pubblica e quindi l’interesse di tutti, cittadini e dipendenti comunali, raccomando vivamente di contattare gli uffici prima di tutto attraverso i canali telefonici e telematici: quindi ricorrendo alle mail e usufruendo del servizio di presentazione on-line delle pratiche. L’accesso di persona agli uffici (che deve avvenire sempre previo appuntamento telefonico) è consentito unicamente per comprovate ed indifferibili ragioni di necessità ed urgenza, nel caso di pratiche non risolvibili attraverso le modalità a distanza (ad esempio pratiche di nascita o di morte)”.

Al fine di agevolare la fruizione dei servizi da parte della popolazione, per tutto il periodo dell’emergenza è stato attivato il numero di telefono 331-3180647 in grado di ricevere notifiche tramite la app di WhatsApp: “In questo modo, anche chi è sprovvisto di Pc potrà stabilire un contatto con i servizi comunali. Le richieste verranno prese in carico dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp) esclusivamente in orario di servizio”. Gli anziani over 65 che si trovano in condizione di non autosufficienza, malati o con disabilità potranno usufruire del servizio di assistenza domiciliare comunale, che nonostante l’emergenza continua ad essere pienamente oprativo sul territorio. Per contattare i servizi sociali è possibile chiamare il numero 019.675694 (interno 406) o inviare una mail ai seguenti indirizzi, differenziati in base alle necessità: inclusionesociale@comuneloano.it oppure famigliaeminori@comuneloano.it oppure anzianiedisabili@comuneloano.it. Il sindaco di Loano, Luigi Pignocca, invita la cittadinanza ad attenersi scrupolosamente a quanto previsto dal decreto legge numero 6 del 23 febbraio 2020 ed ai successivi decreti del presidente del Consiglio dei Ministri del 1 marzo, dell’8 marzo e dell’11 marzo, nonché dalle ordinanze numero 1-2-3-4 del 2020 del presidente della Regione Liguria: “Questa emergenza tocca da vicino ognuno di noi, la nostra quotidianità personale e lavorativa. Per questo motivo, ciascun cittadino loanese e italiano è chiamato a fare la propria parte per cercare di arginare il più possibile la diffusione del virus. Invito tutti ad attenersi alle indicazioni che ci sono giunte nei giorni scorsi dal governo e dalle istituzioni.

Non dubito che in questo delicato momento non verrà meno il senso di responsabilità di tutti i cittadini. Ne usciremo più forti di prima come comunità e come individui”. Sul fronte della protezione civile, al momento il Centro Operativo Comunale (Coc) non è stato attivato: “Siamo nella fase che precede l’emergenza – spiega il consigliere comunale delegato Luana Isella – Nelle ultime ore abbiamo pre-allertato tutte le funzioni proprie della protezione civile al fine di avere già pronto un piano operativo in caso di necessità.

Dal punto di vista più pratico, tramite tutti i nostri canali di comunicazione (e primariamente tramite la app ComuniCare, che consente di avere informazioni costanti ed aggiornate sull’attività del gruppo intercomunale di Boissano, Toirano e Loano) abbiamo Ufficio Stampa Comune di Loano effettuato un importante lavoro di informazione nei confronti della popolazione. I volontari, comunque, sono pronti ad attivarsi in ogni momento”. L’ufficio ambiente del Comune, intanto, si sta attivando per predisporre interventi di sanificazione mirati nelle aree più sensibili e maggiormente frequentate dalla cittadinanza: tra queste parchi e aree gioco per bambini. Per quanto riguarda l’assistenza sanitaria, molto intenso è stato anche il lavoro del comitato locale della Croce Rossa Italiana: “Abbiamo varato due importanti servizi, entrambi attivi sulle 24 ore – spiegano dal comitato loanese – Il primo consiste in un trasporto dedicato all’emergenza coronavirus: dalla mezzanotte alle 24 di ogni giorno, una nostra ambulanza si occuperà esclusivamente di effettuare interventi per casi sospetti e certi con un equipaggio specializzato.

Il territorio interessato va da Albenga a Savona con relativo entroterra, quindi una zona molto vasta. Il secondo servizio, invece, consiste in un’ambulanza (anche questa attiva sulle 24 ore) dedicata alle emergenze sanitarie. A questo si aggiungono poi i servizi ordinari quali trasferimienti e trasporti per terapie. Entrambi i servizi saranno operativi a partire dalle 14 di venerdì 13 marzo”. Il comitato loanese della Cri ha deciso di aderire al protocollo d’intesa siglato da Federfarma e dalla Croce Rossa Italiana nazionale riguardante il servizio di consegna a domicilio dei farmaci: “Chi avesse bisogno di medicinali ma non si trovasse nelle condizioni di uscire di casa ed effettuare personalmente l’acquisto potrà contattare il numero verde 800.0655510 (attivo h24 e sette giorni su sette). All’atto della richiesta gli utenti dovranno indicare l’indirizzo di ritiro della ricetta e della consegna dei farmaci.

Le consegne saranno effettuate compatibilmente con i vari servizi di trasporto sanitario ma entro 24 ore. Il servizio è del tutto gratuito e sarà attivo unicamente sul territorio del comune di Loano. Ne possono usufruire gli over 65, i soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (con più di 37,5 gradi), persone non autosufficienti o sottoposte alla misura della quarantena o, in ogni caso, risultate positive al Covid-19”. Il direttivo del comitato loanese di Cri ha dedicato grande attenzione alla tutela dei propri volontari: “Nelle scorse ore l’Asl2 savonese ha inviato a tutte le associazioni e pubbliche assistenze disposizioni precise in riferimento alla ‘buone pratiche’ da attuare in questa fase di emergenze. Si tratta di procedure che il nostro comitato aveva attivato in autonomia già una decina di giorni fa, al fine di garantire la massima sicurezza di tutti gli operatori. Per poter lavorare bene, infatti, i volontari devono sentirsi sicuri e tutelati.

Per questo abbiamo ‘spinto’ molto sul corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (Dpi) ed effettuiamo due volte al giorno la disinfezione della sede, la sanificazione mediante ozono, la disinfezione delle ambulanze ad ogni uscita”. Molti supermercati e negozi di alimentari della città hanno attivato servizi di consegna a domicilio della spesa. Al momento questi sono: il Conad City di via Aurelia 126; il Conad di via Orsolani nella frazione di Verzi; il Despar di via Stella (per la consegna nella zona del centro e corso Europa); il Market Simpatia Crai in via Garibaldi (per la consegna nella zona del centro); il supermercato Delbalzo di via Doria (per la consegna nelle zone limitrofe al supermercato e in centro centro); il supermercato Delbalzo di via Aurelia 480 (per la cconsegna su tutto il territorio di Loano e Borghetto); il supermercato Coop via Aurelia 161 (per la consegna a domicilio della spesa fatta in negozio)

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi