104 News

Coronavirus, nuova metodologia di studio adottata dalle scuole delle Albissole

“Le possibilità di portare avanti una didattica a distanza, dice la Dirigente Malagamba – sono davvero moltissime

Cosa significa fare scuola in periodo di Coronavirus? Come si possono gestire le allerte meteo, le prolungate assenze da scuola, e l’impossibilità di ritrovarsi nelle classi? Ogni Regione, ogni Comune, ogni Famiglia, risponde a modo suo, e anche la Scuola, chiamata a fare la propria parte, sta muovendo i propri passi.

La Dirigente dell’Istituto Comprensivo delle Albisole, la dott.ssa Malagamba, ha raccontato la storia di una scuola vitale, una scuola che vive con estremo disagio la propria sosta forzata e che sta mettendo in atto piccoli grandi esempi di innovazione, registri on line, compiti e materiali condivisi; una storia fatta di docenti che credono nella loro scuola, che seguono seminari, che studiano e si aggiornano per offrire ai loro alunni, non solo in questa particolare situazione, nuovi modelli di didattica, nuovi spazi per l’apprendimento, diversi tempi del fare scuola.

“La nostra scuola Secondaria- racconta il prof. Parodi, responsabile del progetto classi 2.0- investe da anni enormi risorse per  portare avanti ben 6 classi (il corso A di Albisola Superiore e il corso A di Albissola Marina) in cui gli alunni sono dotati di Ipad; classi in cui ogni alunno è dotato di un proprio dispositivo con cui lavorare, creare, condividere; classi in cui si investe sulla competenza digitale dei ragazzi in un mondo sempre più digitale”.

“È da questa esperienza – spiega la Prof. Spirito, docente di una classe 2.0 di Albisola Superiore – che stiamo attingendo molto di ciò che oggi siamo in grado di offrire ai nostri alunni; poterli raggiungere via mail, poter fare una videoconferenza con tutti gli alunni di una classe collegati in diretta, realizzare una video lezione su un capitolo di storia, condividerla con i nostri alunni pubblicandola su Youtube e  condividendo il link sul registro elettronico; poter chiedere ai ragazzi di mandare un’audio della loro interrogazione di geografia o uno schema della loro traccia per l’esame…”. 

“Le possibilità di portare avanti una didattica a distanza – conclude con soddisfazione la Dirigente Malagamba – sono davvero moltissime; gli sforzi economici e didattici fatti dalla nostra scuola in questi anni sono stati grandi, ma i risultati ci sono e stanno uscendo dalla sola sperimentazione di alcune specifiche classi per allargarsi progressivamente all’intero Istituto. Speriamo che situazioni di questo tipo non si ripetano mai più, ma da ogni cosa – di questo con il mio staff siamo convinti – si può cogliere stimolo per giocare la propria partita di comunità educante”.

“L’istruzione è un diritto, ma anche un dovere e l’iniziativa portata avanti con impegno dalla Dirigente dell’Istituto comprensivo delle Albisole Rosalba Malagamba con la fattiva collaborazione del Vice Preside Alberto Parodi e della vulcanica professoressa Danila Spirito ne è la dimostrazione. Non solo esprime la volontà di superare un momento così difficile come quello legato al Coronavirus, ma anche di creare una rete virtuale tra alunni, docenti e famiglie. In questo modo l’importante ruolo che la scuola ricopre nella vita di ognuno di noi non viene a meno di fronte alle emergenze. Come Assessori all’Istruzione abbracciamo  e sosteniamo  questo virtuoso progetto e siamo onorate di poter rappresentare un sistema scolastico così efficiente e all’avanguardia ” commentano gli assessori Simona Poggi e Nicoletta Negro.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi