104 News

Coronavirus, la Caritas diocesana modifica i servizi

Alla mensa di Fraternità vengono forniti solo pasti da asporto

A seguito dell’ordinanza del Presidente della Giunta regionale della Liguria sulle misure preventive per contrastare la diffusione del Coronavirus, cambiano i servizi della Caritas Diocesana.

Tutte le misure prese sono al fine di assicurare l’assistenza ai nostri ospiti e ai soggetti più fragili nel rispetto dell’ordinanza e per la tutela degli ospiti stessi e di tutti i volontari. Ci uniamo all’appello a non cedere al panico e all’allarmismo, ma a vivere questo momento con vigilanza e responsabilità”.

Attività regolare per Emporio solidale, Centro di ascolto diocesano, Ufficio immigrazione, Cas, Siproimi e Casa Pescetto. Discorso analogo per Casa Emmaus e La Casetta (con eventuali variazioni causa disponibilità dei volontari) e per i Centri di ascolto parrocchiali (con possibile variazioni causa disponibilità di volontari e provvedimenti delle singole parrocchie).

Alla mensa di Fraternità vengono forniti solo pasti da asporto; il Centro diurno resta chiuso mentre per l’accoglienza notturna restano fissi gli stessi ospiti per 15 giorni (nessuna accoglienza straordinaria) con obbligo di doccia; sospese tutte le attività di Casa De Miranda e infine a Casa Rossello è vietato l’accesso a visitatori esterni per 15 giorni.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi