104 News

Millesimo, il Sindaco firma un’ordinanza contro le deiezioni canine

Sanzioni amministrative per chi trasgredisce

Il Sindaco di Millesimo Aldo Picalli ha firmato un’ordinanza sindacale contro le deiezioni canine in città. Questo il contenuto del provvedimento:

– i cani non devono essere lasciati liberi di vagare in luoghi pubblici o aperti a! pubblico nell’ambito del territorio comunale privi di guinzaglio di lunghezza non superiore a m. 1,50 per evitare che possano vagare liberamente senza controllo. E qualora gli animali possano cagionare danni, disturbo o spavento, anche di idonea museruola, ai fine di garantire la tutela della sicurezza ed incolumità delle persone e/o altri animali. Sono esclusi dalla presente disposizioni i cani impiegati dagli organi di polizia o protezione civile, esclusivamente nell’espletamento delle loro mansioni e debitamente sotto il controllo diretto e costante del conduttore/operatore; 

– nel caso di cani posti a guardia di abitazioni, orti, giardini, ecc.., devono essere adottate idonee misure di custodia atte ad evitare che l’animale possa uscire sulla pubblica via e per prevenire situazioni di pericolo in danno di altri animali o di cittadini;

– nell’ambito dell’intero territorio comunale, i proprietari/conduttori dei cani dovranno adoperarsi per evitare all’animale di sporcare con deiezioni e/o liquami organici il suolo pubblico o di uso pubblico (strade, marciapiedi, spazi ed accessi pubblici, muri esterni dì civile abitazione, piazze, aiuole, giardini zone verdi, monumenti ecc); in ogni caso dovranno provvedere immediatamente alla completa pulizia e all’asportazione delle deiezioni, compreso lo smaltimento, qualora l’animale imbrattasse gli spazi suddetti. Segnatamente le deiezioni solide raccolte dovranno essere depositate in idonei involucri chiusi ed a tenuta d’acqua in contenitori porta-rifiuti ubicati sul territorio oppure smaltiti al proprio domicilio con le modalità già in vigore per i rifiuti solidi urbani: esser non dovranno essere gettate nei tombini di raccolta acqua. A tal fine proprietari/conduttori dei cani dovranno essere sempre muniti di idonea attrezzatura (es. paletta e/o sacchetto monouso), da esibire a richiesta della Pubblica Autorità, con cui provvedere poi all’immediata rimozione delle deiezioni degli animali che hanno in custodia, qualora avessero a lordare spazi pubblici, nonché di bottigliette d’acqua per lavare immediatamente le minzioni o la sporcizia eventualmente conseguente alle deiezioni; 

– e’ severamente vietato, lavare animali nelle fontane presenti in territorio comunali e di farli abbeverare direttamente dai rubinetto.

– i non vedenti che utilizzano cani da accompagnamento addestrati allo scopo, sono esonerati dal rispetto del presente provvedimento. 

Chiunque violerà le disposizioni della presente ordinanza, sarà punito con la sanzione amministrativa da 25 euro a 50 euro, sia per la mancata rimozione delle deiezioni che per la mancanza dell’occorrente per rimuovere le stesse (sacchetto, paletta, pinza e similari e bottiglie d’acqua), sia per la mancata tenuta al guinzaglio dell’animale, nonché del ripristino dei luoghi, con le procedure di cui alla Legge 689/81 del 24/11/1981. 

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi