104 News

Loano, minacciano un orafo indebitato: sei indagati

La vicenda ha avuto inizio circa un anno fa

La vicenda ha inizio circa un anno fa quando un orafo loanese per risollevarsi dai debiti accumulati con una precedente attività, si è rivolto ad alcune persone  chiedendo somme anche ingenti di denaro, dietro la promessa di rapida restituzione e di un facile guadagno.

I “creditori” finiti sotto indagine da parte di carabinieri e della Magistratura, avevano cominciato a chiedere la restituzione di somme esorbitanti, applicando tassi di interesse sproporzionati, con modalità tipiche dell’estorsione. Frequenti infatti erano le minacce, anche di morte, e le pressioni cui era sottoposto il commerciante.

Le indagini dei militari dell’Arma di Albenga, oltre ad accertato lo stato di continua  insolvenza ormai “cronicizzata” della vittima, hanno potuto ricostruire le dinamiche con cui avvenivano i vari passaggi di denaro, risalendo all’entità del debito e all’identità delle persone coinvolte.

Sei le persone denunciate: un savonese di 41 anni, un milanese di 37, un rumeno di 33, un 42enne di Alessandria, un 41 enne di Boissano ed un loanese di 61 anni, tutti con precedenti penali alle spalle. Due di questi, responsabili delle condotte più gradi, sono stati raggiungi da ordinanza di misura cautelare.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi