Attualità In Primo Piano Savona

LNG tra innovazione e responsabilità: un convegno a Savona organizzato da Costa Crociere per approfondire il tema

Esperti e istituzioni a confronto

Un convegno voluto da Costa Crociere a Savona per parlare di LNG tra innovazione e responsabilità nei porti italiani, sigla che sta per gas naturale liquefatto  è considerato il combustibile fossile più pulito al mondo. Sarà utilizzato, in futuro sempre più frequentemente, per alimentare anche le navi che solcano i mari di tutto il mondo. I numeri, illustrati nell’incontro che si è svolto alla Sala Sibilla del Priamar, parlano di ben 200 navi alimentate dal nuovo combustibile di cui 103 già in servizio e 97 in costruzione. Tutti i più grandi gruppi crocieristici ormai fanno affidamento su questo tipo di carburante: Carnival Costa ha già 2 unità in servizio e 10 in costruzione; MSC 2 in costruzione e oltre 6,5 miliardi di investimento verso emissioni zero e Royal Caribean con 3 navi in costruzione. 

Neil Palomba Direttore Generale di Costa Crociere

All’incontro hanno partecipato operatori, esperti e le istituzioni locali oltre alla Sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio: “E’ un tema importante perchè interessa tutti e la nostra Amministrazione Comunale ha da sempre a cuore il tema della sostenibilità come dimostrano le tante iniziative adottate in questi 4 anni. Tuttavia, se parliamo di sostenibilità del traffico navale nel nostro porto dobbiamo anche parlare della sostenibilità della viabilità su gomma, un problema che va affrontato alla luce di quanto accaduto in autunno la cui soluzione è di fondamentale necessità per la nostra città”, ha detto la Sindaco. Al tavolo erano presenti anche il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, Neil Palomba Direttore Generale di Costa Crociere e Jacopo Riccardi, Coordinatore dei progetti portuali e comunictari del Dipartimento Territorio e Ambiente della Regiona Liguria.

Lo scorso 21 dicembre è partita da Savona la Costa Smeralda, nuova ammiraglia della compagnia di navigazione savonese alimentata a LNG il combustibile fossile più “pulito” al mondo. Una tecnologia, destinata a segnare la trasformazione nel settore delle crociere, in cui il Gruppo Costa ha creduto e investito per primo. Impegnata a ridurre del 40% le emissioni di C02derivanti dalla flotta entro il 202010 anni in anticipo rispetto all’obiettivo stabilito da IMO (International Maritime Organization), la compagnia disporrà entro il 2023 di 5 unità navali alimentate a LNG. L’utilizzo di questo combustibile è una vera e propria svolta sul piano ambientale, in quanto impatta minimamente sulla qualità dell’aria, evitando quasi totalmente le emissioni ossidi di zolfo (zero emissioni) e di particolato (dal 95% al 100%), oltre a ridurre significativamente quelle di ossido di azoto (85%) e di CO2 (sino al 20%). Sia Costa Smeralda che Costa Toscana fanno scalo regolarmente nel porto savonese tutte le settimane. Il primo scalo di Costa Toscana è previsto l’11 luglio 2021.

I marchi del Gruppo Costa e di Carnival sono stati i primi ad utilizzare a bordo di una nave da crociera gli Advanced Air Quality Sistem ovvero sistemi di depurazione dei gas di scarico installati su circa il 70% delle navi del Gruppo Costa e di Carnival Corporation. Questi sistemi garantiscono la quasi totale eliminazione degli ossidi di zolfo, una riduzione del 75% del particolato e una riduzione degli ossidi di azoto. Non solo. Il gruppo è anche pioniere nell’utilizzo dello Shore Power ovvero la possibilità di alimentare le navi con energia elettrica proveniente da terra durante le soste in porto. Costa, in questo senso sta lavorando con diversi porti per sviluppare l’infrastruttura attualmente assente in tutti i porti del Mediterraneo.

Parallelamente all’LNG il Gruppo Costa sta lavorando ad altre soluzioni per ridurre ulteriormente le emissioni.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.