Sport Vado Ligure

Calcio, Serie D. Savona per continuare la risalita, Vado: S.O.S rossoblu

Trasferta dura per il Savona in Piemonte

Una boccata di aria pulita per il Savona, di anidride carbonica per il Vado. Gli esiti degli ultimi impegni di campionato delle squadre savonesi in Serie D hanno certificato la “ripresina” bioancoblu che dopo tre stop consecutivi è riuscita a allungare il passo allontanandosi dal fondo classifica e la crisi ormai conclamata del Vado adesso ultimo in classifica.

Per i biancoblu l’impegno di Casale non è dei più agevoli per dare continuità alla vittoria contro il Borgosesia, i nerostellati hanno raggiunto la vetta della classifica, seppur in coabitazione con altre due compagini La sfida ai nerostellati rappresenta una “classica” dei campionati con precedenti anche a livello di serie C ed un debutto che risale alla stagione 1913-14 : “Non abbiamo nulla da perdere, voglio aggressività e determinazione per dare una soddisfazione ai tifosi e alla città”, ha detto l’allenatore biancoblu, Luciano De Paola. A Casale, infatti, la squadra sarà seguita da oltre 100 tifosi che raggiungeranno il Piemonte su due pullman e con mezzi privati. Nel Savona saranno out: Vita, Lzzaretti, Marchio, Pertica, Rossini e Obodo.

I piemontesi, dopo un inizio incerto, hanno inanellato una serie utile di cinque risultati positivi di cui ben quattro vittorie e un pareggio scalando la classifica insieme a ForteQuerceta e Caronnese. Di Lernia, capocannoniere con 5 reti, l’ex biancoblu Denis Mair e l’ex Albissola Coccolo sono alcuni dei punti di forza della squadra allenata da Francesco Buglio, imbattuti al “Palli” dalla scorsa stagione.

I PRECEDENTI

Vittorie Casale 16 (ultima in C2 nel novembre 2011, 1-0)

Pareggi 10

Vittorie Savona 4 (ultima in D nel settembre 2007, 1-2)

Situazione più complessa, quella del Vado, che è precipitato nel baratro della zona retrocessione ancorato all’ultimo posto in classifica. I numeri sono impietosi: ben 4 sconfitte consecutive e 13 reti al passivo. La crisi ha portato nei giorni scorsi all’addio,concordato con la società, del direttore sportivo ma le risposte devono arrivare dal campo dove la squadra di Tarabotto non fa punti dalla trasferta sul campo del Ligorna e non vince dal derby contro il Savona dello scorso 30 Settembre.

La Fezzanese non è certo un avversario morbido, capolista del girone fino ad una settimana fa, ha pagato la pesantissima sconfitta di Caronno dove ha subìto ben 6 reti perdendo il primato in favore di Casale e ForteQuerceta. Anche i biancoverdi di Sabatini, dunque, sono in cerca di riscatto. Le due squadre si sono incrociate, sempre in D, nella stagione 2015-2016 in occasione del play out che condannò il Vado alla retrocessione in Eccellenza. Tra i rossoblu, fuori D’Antoni e Redaelli mentre è in dubbio, Marmiroli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.