Cultura e Spettacoli In Primo Piano Savona

Vincenzo Maisto guru dei blogger, con “Signor Distruggere” ha raggiunto un milione di followers

Ha vinto nel 2017 il MacchiaNera Internet Awards. Ne ha parlato questa mattina a Radio 104 Savona Sound

Scrittore, blogger, influencer. Vincenzo Maisto da otto anni è il “Signor Distruggere”: un milione di followers sparsi tra Facebook, Instagram e Twitter. Ospite a “This Morning” raccontato che: “Il blog è nato nel 2011 ed era un hobby perchè in Italia non è semplicissimo fare questo tipo di lavoro in maniera retributiva e ricavare risorse economiche per viverci. Il blog del Signor Distruggere rispecchia un po’ il mio carattere e il sarcasmo che uso per raccontare problematiche anche derivate dal mio contesto sociale. Dal 2017 c’è stato un momento di apertura mediatica a livello nazionale per un paio di casi trattati. Il nome deriva dall’incontro che ebbi a Barcellona all’aeroporto con una ragazza del posto che era intenta a percorrere il Cammino di Santiago, le elencai i motivi per cui per me era come andare in Lapponia da Babbo Natale e lei in risposta mi chiamò Signor Distruggere e da lì coniammo il nome.”.

Nella sua attività parallela di scrittore, Vincenzo Maisto ha pubblicato nel 2015 “Distruggere i sogni altrui esponendo la realtà oggettiva”. “Quello è il primo libro che avevo pubblicato e dove si trova proprio l’aneddoto di cui ho parlato prima sulla ragazza di Barcellona. In quel libro viene raccontato il precariato dei giovani, da un’ottica personale, ossia tutti i lavoretti fatti dal sottoscritto e narrati in chiave umoristica. Si tratta della genesi del Signor Distruggere“.

Proprio il 2017 è stato l’anno della consacrazione del blog: “In quell’anno il blog era già seguito da 300.000 persone. Alcune testate nazionali si sono interessate per alcuni temi trattati e proprio per quello arrivai in finale al MacchiaNera Internet Awards vincendo e superando Enrico Mentana e Selvaggia Lucarelli.”

“Io faccio almeno due polemiche al giorno, non mi inserisco in gruppi o altro , però le persone si riconoscono e mi scrivono in privato insultandomi, o dedicandomi epiteti. E’ accaduto anche che rimuovessi i post ma l’ho fatto solo quando le persone si sono poste verso di me con educazione, anche perchè faccio il blogger da 10 anni e non ho mai ricevuto nemmeno una diffida. Querelare per le minacce o gli insulti ricevuti su Facebook è praticamente impossibile perchè il server di Facebook sta in California dove il reato di diffamazione è punito diversamente dall’Italia, per cui i tempi sono lunghissimi e non si arriva mai a nulla a meno che non si tratti di cose gravi come pedopornografia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *