Cronaca In Primo Piano Loano

Loano, insulti al milite della Croce Rossa. Il sindaco Pignocca: “A nome mio e dell’intera amministrazione comunale di Loano esprimo vicinanza e solidarietà al giovane”

“La storia di questo nostro giovane concittadino, giunto da un paese straniero come il Ghana e messosi a disposizione della comunità in veste di volontario, rappresenta un perfetto esempio di integrazione”

In riferimento al grave episodio di razzismo che, qualche giorno fa, ha avuto come protagonista il venticinquenne volontario della Croce Rossa di Loano Umar Nuri, il sindaco di Loano Luigi Pignocca dichiara quanto segue. “A nome mio e dell’intera amministrazione comunale di Loano esprimo vicinanza e solidarietà al giovane Umar Nuri. Oltre ad essere del tutto insensate, frasi come quella che è stata proferita (cioè ‘Tu sporchi la divisa che indossi’) sono di una gravità assoluta e vanno stigmatizzate senza se e senza ma”. “La storia di questo nostro giovane concittadino, giunto da un paese straniero come il Ghana e messosi a disposizione della comunità in veste di volontario, rappresenta un perfetto esempio di integrazione ed anche un modello di comportamento per tutti noi. Umar Nuri ed i suoi colleghi volontari (tanto della Croce Rossa quanto di tutte le altre pubbliche assistenze) ogni giorno rinunciano a parte del loro tempo libero per svolgere un fondamentale servizio: soccorrere e portare sollievo a chi sta vivendo un momento critico della propria vita”. “In questa occasione invito Umar Nuri ed i suoi colleghi a venirmi a trovare a Palazzo Doria: sarà per me un grande piacere incontrare tutti loro e ringraziarli di persona per l’importantissimo lavoro che portano avanti quotidianamente a Loano ed in tutti gli altri comuni del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *