Nomina Sacone a Tpl, Niero (Pd): “Una vittoria dei territori e dei sindaci”

Il  consigliere provinciale del Pd e responsabile enti locali Massimo Niero commenta la nomina di Simona Sacone nuova presidente di Tpl: “Una vittoria dei territori e dei sindaci. La Provincia di Savona è rimasta isolata. Il confronto e la condivisione delle scelte su un tema così importante come il trasporto è stata tardiva, nonostante le richieste e gli appelli fatti nelle ultime settimane”.

“Ricordo, inoltre, che il presidente Olivieri non ha mai convocato una assemblea dei sindaci vera e propria, solo incontri informali, salvo poi richiedere d’urgenza una assemblea dei soci. Un comportamento sbagliato, una gestione che ha solo alimentato polemiche e divisioni”.

“Il partito Democratico si è impegnato in primis per l’affidamento in house del servizio con l’obiettivo di far rimanere pubblica TPL Linea, ora verificheremo passo dopo passo questo percorso affinché possa andare a compimento nell’interesse dell’azienda, ma soprattutto dell’utenza e dei lavoratori”.

La segreteria provinciale del partito Democratico: “Una sconfitta senza sé e senza ma del trio Olivieri-Vaccarezza-Toti: la loro arroganza nell’imporre il nome di Franco Orsi alla presidenza di TPL Linea ha portato allo scontro, alla divisione, in una vicenda nella quale serviva invece piena condivisione con i sindaci del territorio”.

“Avevamo chiesto di partire in questa discussione mettendo al centro il fatto di come un’azienda pubblica del trasporto debba rispondere alle esigenze di cittadini, lavoratori, studenti ed anziani e di come tutelare i lavoratori del comparto, ma non abbiamo mai avuto risposta”.

“Il presidente Olivieri ha tradito il suo mandato unitario con il quale era stato eletto in Provincia e poi ha gestito in maniera pessima una situazione difficile e delicata: non è stato garante dei sindaci della nostra provincia, che non hanno accettato diktat o imposizioni e si sono ribellati al suo volere spalleggiato da Vaccarezza e Toti”.

“Quella di TPL è stata una vicenda davvero grottesca, che ha rischiato di creare grossi problemi per la gestione del trasporto pubblico locale dopo anni di ottima governance da parte del presidente Claudio Strinati. Auspichiamo che Olivieri possa aver imparato la lezione e prenda atto di quanto avvenuto: il nostro partito vigilerà attentamente sull’azienda e sui servizi erogati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi