Piaggio, dieci giorni per decidere il futuro

Tre incontri a stretto giro di posta. Luendì alle 14 primo atto all’Unione Industriali di Savona

Tre incontri per definire il futuro di Piaggio Aerospace. Si terranno il 15 aprile a Savona, presso la sede di Unione Industriali, il 17 aprile (al Ministero del Lavoro) e il 24 aprile al Ministero dello Sviluppo Economico. I primi due verteranno sulla procedura di cassa integrazione aperta dal commissario Vincenzo Nicastro, mentre nel terzo i sindacati chiederanno al Mise decisioni definitive sugli investimenti che il Governo ha più volte annunciato, ma finora non ancora concretizzato, su prodotti Piaggio. La procedura di cassa integrazione è stata aperta dopo che il ministro Elisabetta Trenta ha confermato i dubbi dell’Aeronautica sul drone P1HH, per il quale era atteso un investimento del Governo da 250 milioni. Il rischio che lo stanziamento venga cancellato sarebbe bilanciato dall’intenzione del ministero di rinnovare la flotta di P180: in assenza di tempistiche e di certezze, però, il commissario di Piaggio ha avviato la procedura di cassa per tutti e mille i lavoratori degli stabilimenti di Villanova d’Albenga (Savona) e Genova.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi