Dilettanti, Millesimo promosso in Prima Categoria: la soddisfazione del Presidente Brioschi

Intervista al numero uno valbormdese

Il massimo dirigente giallorosso è raggiante per la vittoria del campionato

Definendolo sommariamente, un gruppo è un insieme di individui legati da un elemento in comune. In questo senso, ogni squadra di calcio, in quanto formata da giocatori tesserati per la medesima società, è un gruppo. Tuttavia, questa relazione “burocratica” fondamentale non è altro che una base di partenza. Per il successo, servono relazioni più forti e umane. Ancora oggi, esisterebbe una “chat” dell’Inter del triplete e i campioni del mondo del 2006, che tanto si son dati battaglia nei rispettivi club, non perdono occasione per ribadirsi la reciproca stima: Francesco Totti, nel libro scritto con Paolo Condò, dipinge con grande affetto mister Marcello Lippi, nemico di tante sfide tra bianconeri e giallorossi.

Il Millesimo ha dimostrato concretamente l’importanza dei legami interpersonali autentici quando, l’estate scorsa, venuta a mancare la Polisportiva e scioltosi qualsiasi vincolo formale, giocatori e staff hanno deciso di non dividersi. Da questa volontà nasce l’A.S.D Millesimo, vincitore del campionato di Seconda Categoria con tre giornate d’anticipo.

Il presidente del sodalizio valbormidese Yuri Brioschi esprime tutta la sua soddisfazione per il meritato salto di categoria.

Campionato vinto alla prima esperienza da presidente. Sensazioni?

“Sono felicissimo. Facevo già parte del gruppo dell’anno scorso come giocatore. So cosa abbiamo provato quando abbiamo deciso di azzerare tutto e ripartire con una nuova società. Questo è ciò che mi rende più felice: per i giocatori e per il mister”.

Qualche pareggio di troppo a inizio anno sembrava poter riaprire il discorso primo posto. Poi, la vittoria sulla Vadese ha definitivamente allontanato le pretendenti. Avete mai avuto il timore di non farcela?

“Onestamente, non abbiamo mai fatto più di tanto i calcoli. Abbiamo avuto un mantra fin dalla preparazione di agosto: pensare partita dopo partita. Un passo alla volta senza ansie né paure”.

Questo gruppo, sotto la guida di mister Amendola, aveva già disputato un campionato pazzesco la scorsa stagione e guadagnato la promozione ai play off, dopo lo sfortunato spareggio con il Plodio. Visto che ripetersi è difficile, l’essere parte di una nuova società è servito per ricaricare meglio le energie?

“Assolutamente sì. Il fatto di essere ripartiti da zero è stato difficilissimo ma estremamente stimolante”.

Amendola sarà confermato? Cosa le piace del mister?

“Il mister è assolutamente confermato. Abbiamo un rapporto che va oltre i semplici aspetti tattici e tecnici. Il rapporto umano per me viene prima di qualsiasi altro aspetto. La vera coesione passa da lì. E noi siamo un gruppo coeso, dirigenza , staff tecnico e giocatori, proprio perché abbiamo un rapporto umano forte”.

L’A.S.D Millesimo è anche settore giovanile. Come procede la crescita societaria?

“Il bilancio annuale e molto positivo. Grazie a un lavoro metodico siamo riusciti a ricreare un settore giovanile da zero , i numeri sono in ascesa e con la Federazione stiamo pianificando un progetto che coinvolga il calcio femminile e il calcio a 5”.

Michael Traman

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi