Albenga Cronaca

Albenga, blitz dei carabinieri in un covo sul fiume Centa: due arresti per furto e spaccio

Albenga. I carabinieri della Compagnia di Albenga, con l’ausilio dell’elicottero di Villanova d’Albenga, sono riusciti a localizzare un bivacco di cittadini stranieri ben occultato nella vegetazione nell’alveo del fiume Centa. La telecamera di bordo ha permesso di individuare con precisione l’obbiettivo, inviando le immagini immediatamente alla centrale operativa dell’Arma. Scattato dopo poco il blitz sul greto del fiume, alcune pattuglie hanno circoscritto a piedi l’area stringendo il cerchio verso un il covo ricavato con le frasche, nel quale sono stati rintracciati due marocchini intenti ad inventariare oggetti recentemente rubati in abitazioni della zona.
I due sono stati immediatamente immobilizzati non hanno opposto resistenza ai militari. Nel loro covo, perquisito anche con l’ausilio di una unità cinofila specializzata, sono stati sequestrati beni di ogni tipo: borse, occhiali e orologi griffati, quadri, tablet, smartphone e persino un puntatore laser usato solitamente da geometri ed architetti.
La perquisizione estesa nell’area ha consentito di rinvenire dosi di droga di ogni tipo: cocaina, hashish e marijuana, denaro di provenienza ritenuta furtiva, coltelli a serramanico ed un pugnale.
In un altro capanno fatiscente nelle campagne della città, praticamente smontato pezzo per pezzo dai carabinieri, sono stati recuperati attrezzi da lavoro agricolo ed edilizio: seghe circolari, motoseghe, trapani, generatori di corrente, compressori, utensili vari, decespugliatori, e persino una motozappa. Gli accertamenti eseguiti in caserma sugli oggetti denunciati come rubati hanno poi permesso di avviare le pratiche di restituzione di parte della refurtiva ai legittimi proprietari.

I cittadini che hanno subito furti sono invitati presso il Comando Compagnia Carabinieri di Albenga, in Piazza Caduti di Nassiriya, 1 al fine di gli oggetti e di avviare quindi le istanze di restituzione.