Cronaca

Carabinieri forestali sequestrano una palazzina a Varazze

Varazze. Sequestrata nel pomeriggio una palazzina costruita recentemente e situata di fronte al porto turistico e nelle vicinanze del cimitero. Il sequestro è stato disposto dal Gip presso il tribunale di Savona Fiorenza Giorgi su richiesta del Pm Cristiana Buttiglione a seguito delle indagini condotte dal nucleo di polizia giudiziaria.  A procedere al sequestro i carabinieri forestali di Varazze, lo stesso nucleo di polizia giudiziaria, la polizia locale con il coordinamento  del nucleo investigativo ambientale e forestale dei carabinieri di Savona. Le indagini sono partite proprio dalla distanza del manufatto dal cimitero al fine di ricostruire il complesso iter autorizzativo. L’ipotesi portata avanti dagli inquirenti è che il permesso a costruire sia ileggittimo.
La società che ha realizzato il progetto è la Alefa di Milano. L’edificio è costituito da un corpo compatto di 7 alloggi, 17 box interrati, 4 cantine e un giardino con piscina. Il valore complessivo dell’immobile è pari a 8 milioni di euro. In precedenza esisteva nello stesso luogo dell’edificio un altro immobile utilizzato per anni dalle suore sacramentine di Bergamo e poi ceduto alla Alefa. Quattro le persone indagate per reati previsti dalla normativa edilizia. Si tratta del legale rappresentante della Alefa, il progettista, il legale rappresentante della società che ha eseguito i lavori e il tecnico comunale allora responsabile del procedimento.

Informazioni sull'autore del post