Sport

Serie D, l'Albisola non si accontenta: adesso punta in alto

Albisola. Montecatini, Sestri Levante e Argentina per entrare nella top five della classifica del girone E. La squadra savonese sta vivendo un girone di ritorno da grande squadra con 4 vittorie nelle ultime 5 gare e nuove prospettive di classifica. Quasi ottenuta la salvezza c’è spazio per alzare il tiro e provare a compiere ciò che riuscì al Finale nella scorsa stagione: il quinto posto con la qualificazione play off. Il calendario sta dando una mano decisiva alla squadra di Fossati, soprattutto per quanto riguarda le partite in casa dove i “ceramisti” hanno incrociato fin qui compagini di bassa classifica come San Donato e Scandicci inframezzate dal difficile impegno con il Ligorna, ma la vittoria in rimonta a Viareggio con il didattico 4-4-2  che va  a fare il paio con quella di Sanremo ha meritato la prima pagina e i consensi intorno al gruppo allenato dal tecnico arenzanese stanno crescendo.
Adesso l’occasione è propizia e a meno di clamorosi crolli per i biancocelesti si schiudono le porte della zona alta della graduatoria. L’avversario di scena al “Faraggiana” sarà il Montecatini, scivolato al penultimo posto dopo la rovinosa sconfitta casalinga contro il Ghivizzano. Le dimissioni del tecnico e l’arrivo del nuovo mister, Carlo Caramelli, descrivono una situazione tecnica ormai ad un passo dal collasso. Persino il modestissimo Scandicci ha superato in classifica i termali ormai vicini alla caduta in Eccellenza. I numeri sono da squadra spacciata: 3 punti ottenuti in trasferta, solo 14 reti realizzate e ben 45 subite; le ultime quattro sconfitte consecutive hanno visto la squadra toscana subire qualcosa come 17 reti! Match sulla carta facile e da vincere senza troppi affanni per l’Albisola. Fossati vuole la massima concentrazione: “Mi auguro che i giocatori siano attenti  perchè è una partita con molti trabocchetti. E’ vero, incontriamo una squadra in difficoltà ma con almeno 5 o 6 giocatori che potrebbero stare in squadre importanti. Hanno cambiato allenatore e so per esperienza che in circostanze come queste qualsiasi squadra reagisce. Noi cercheremo di seguire la nostra idea di calcio ma il messaggio che deve passare è: facciamo attenzione e diamogli l’importanza che merita. Le sensazioni sono positive perchè ci stiamo allenando bene. Abbiamo qualche problema di infermeria: Cargiolli sabato si è infortunato e ne avrà almeno per 3 settimane; Gulli ha subito un risentimento muscolare per cui neppure lui sarà disponibile, Gargiulo è squalificato per cui mi mancano ben 3 titolari”

Informazioni sull'autore del post