Cronaca

Colpì con una chiave ad un occhio un barista a Finale. Disposta perizia

Savona. Potrebbe essere determinante la perizia disposta dal Gip Maurizio Picozzi per stabilire se il colpo di chiave inferto ad un occhio dall’albanese ventinovenne Dritan Hasani al barista di Tovo ventiduenne Alberto Novaro lo scorso ottobre fosse mortale o meno. L’incidente probatorio che sarà eseguito dal dottor Bonsignore è stato deciso durante l’udienza in tribunale tenutasi in mattinata. Hasani era entrato prima nel locale “La Vecchia Scala” di Finale Ligure e aveva tentato di impossessarsi del cellulare di Novaro, poi era nata una discussione condita anche da spintoni e l’albanese aveva lasciato il locale. Poi però all’uscita dal lavoro il barista era atteso dal suo aggressore che non aveva esitato a colpirlo ad un occhio infilzandolo con una chiave. Solo l’impegno e la professionalità dei chirurghi oculisti del San Martino erano riusciti, dopo sei ore di delicato intervento, a salvargli l’occhio. L’albanese in quella occasione era stato poi rintracciato dai carabinieri e arrestato.

Informazioni sull'autore del post