Attualità Varazze

Il Beigua in vetrina a Pieve di Teco per “Mieli dei Parchi della Liguria”

Varazze. Il Teatro Civico Rambaldi di Pieve di Teco, in Valle Arroscia, ospiterà domani, domenica 26, dalle 9,30, il convegno finale di premiazione dell’edizione 2017 del Concorso “Mieli dei Parchi della Liguria”, dedicato agli apicoltori con apiari situati sul territorio dei Comuni che fanno parte delle aree protette liguri. Il concorso, che quest’anno ha avuto come capofila il Parco Naturale Regionale Alpi Liguri, nell’Imperiese, è stato istituito nel 1999 allo scopo di incentivare la produzione di miele di qualità, valorizzare i mieli prodotti nei Parchi e promuoverne il consumo, fornire un’opportunità di incontro fra produttori, istituzioni e cittadini.
I campioni di miele consegnati dagli apicoltori partecipanti all’edizione 2017 sono stati sottoposti ad analisi chimico-fisiche e, successivamente, alla valutazione organolettica da parte di una giuria di assaggiatori iscritti all’Albo Nazionale degli esperti in analisi sensoriale del miele. In totale sono stati presentati 141 campioni, così suddivisi: 4 campioni per il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri; 29 campioni per il Parco Naturale Regionale dell’Antola; 31 campioni per il Parco Naturale Regionale dell’Aveto; 18 campioni per il Parco Naturale Regionale del Beigua; 30 campioni per il Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra-Vara; 22 campioni per il Parco Naturale Regionale di Portofino; 7 campioni per il Parco Nazionale delle Cinque Terre.
Molte anche le varietà, indice della molteplicità di climi e della biodiversità delle aree protette della nostra Regione: oltre al castagno e al millefiori, di gran lunga predominanti, sono stati proposti anche mieli di acacia, ciliegio, erica, melata, rovo, tiglio e timo. Domenica saranno premiati i vincitori, che riceveranno un attestato con 1, 2 o 3 api d’oro in base alla qualità del loro miele. La premiazione si svolgerà al termine della mattinata, che ospiterà il convegno “L’apicoltura oggi e domani in Liguria”, con la partecipazione delle istituzioni, di Federparchi Liguria e di tecnici ed esperti.