Attualità Savona

E' disoccupato e non ha i soldi per accudire il gatto, appello di ENPA

Savona. Un uomo si è presentato alla sede della Protezione Animali savonese perché, disoccupato, non è in grado di pagare né le visite del veterinario, né l’operazione necessaria per la sopravvivenza del suo gatto.
Nonostante le tante e crescenti richieste d’aiuto che in questi ultimi tempi arrivano all’Enpa quasi giornalmente da cittadini colpiti dalla crisi economica, anche questa volta i volontari sono intervenuti e dopo una delicata operazione alla vescica (costata 250 euro) ed una lunga degenza gli è stato restituito; ma per evitare pericolose recidive necessiterà per il resto della sua vita di cibo “acidificante delle urine” troppo costoso sia per le sue tasche che per le casse dell’Enpa.
Per questo la Protezione Animali rivolge un appello proponendo di aiutare l’uomo o adottando il suo gatto a distanza o lasciandogli buoni-cibo nei negozi di animali, o consegnando il cibo speciale alla sede Enpa o infine, per chi non ha tempo, di inviare un bonifico all’associazione (Iban IT90K0617510610000002425580) con la dicitura “aiuto al gatto di B”.
 

Informazioni sull'autore del post