Cronaca Savona

Presunta circonvenzione d'incapace, inziato il processo a don Licciardello

Savona. Con l’accusa di circonvenzione di incapace è iniziato ieri mattina in tribunale a Savona il processo a Don Carmelo Licciardello.
Sono stati ascoltati i primi testimoni.
Secondo l’accusa l’ex parroco di Ceriale 45enne, avrebbe approfittato di ingenti somme di denaro ricevute da un’anziana parrocchiana affinché le custodisca.
La signora, novantenne, rimasta sola dopo la morte di un cugino convivente, si sarebbe rivolta al prete in quanto unico punto di riferimento.
Il parroco avrebbe convinto l’anziana, risultata incapace di intendere e volere, ad aprire un conto corrente bancario cointestato dal quale sarebbero spariti circa 70mila euro.
Dalle successive indagini è scattata l’accusa nei confronti dell’ex parroco di Ceriale ora trasferito in provincia di Imperia.
Don Licciardello respinge l’accusa e il processo penale andrà quindi avanti fino a far emergere la realtà dei fatti.

Informazioni sull'autore del post