In Primo Piano Sport

Albisola in D, il presidente Saviozzi: "Adesso l'obiettivo è la LegaPro"

Genova. La voce è rotta dall’emozione, Mirco Saviozzi presidente dell’Albisola non sta più nella pelle dopo il raggiungimento della serie D. Per il club si tratta della seconda promozione consecutiva dopo quella ottenuta lo scorso anno. Adesso per la società e la città si apre un orizzonte sportivo che costituirà la base da cui partire verso ulteriori successi: ” Questa giornata è il coronamento di un progetto importante, dopo 26 anni di presidenza. Per il nostro club e per la città aver portato Albisola in serie D è motivo di orgoglio e gioia. Pensare di giocare il derby con Savona e Finale è qualcosa di unico. Sono molto emozionato, benchè la squadra fosse stata costruita per vincere è stata un’annata difficile a causa dei tanti infortuni e delle squalifiche ma Il gruppo è sempre stato solido con un condottiero che è riuscito a gestire le criticità con grande capacità.
Il salto di categoria, costringerà inevitabilmente a ricalibrare strategie societarie e tecniche. Primo punto il campo. Prosegue Saviozzi: “A livello societario dovrò fare qualocosa, ma la priorità sarà il campo. Il “Faraggiana” non è omologabile per la serie D e questo ci costringe  a cercare alternative. La scelta cadrà su un impianto nelle immediate vicinanze per consentire ai tifosi di seguirci ogni domenica. La prima scelta sarà lo stadio “Olmo-Ferro” di Celle Ligure. A questo proposito ci incontreremo con l’Amministrazione Comunale per trovare un punto d’incontro. 
Sulla ventilata fusione con il Savona è chiarissimo: “Veramente ne hanno parlato solo i giornali che hanno montato un caso. Le due società non si sono mai incontrate e colgo l’occasione per confermarlo una volta per tutte: noi andiamo avanti da soli e porteremo il nostro nome sui campi della Serie D”. 
Infine gli obiettivi di breve e lungo periodo: “Il traguardo è la LegaPro. Non so dire se ci arriveremo in uno, due, tre o quattro anni. Ma ci arriveremo”. Le big sono avvisate.