Sport

Eccellenza, Albisola e Rivarolese in trasferta

Savona. Ventuno punti ancora da assegnare e cinque di vantaggio per l’Albisola sulla Rivarolese. A sette giornate dalla fine del campionato di eccellenza, nulla è ancora deciso ma la squadra di Monteforte sembra avere ormai quasi raggiunto lo storico obiettivo dell’approdo in serie D.  Ancora tutto in gioco, invece, per quanto riguarda le zone basse.
Il calendario mette le due battistrada in trasferta contro Sammargheritese e Vado. Infranto il tabu trasferta per la capolista, che prima della vittoria contro il Magra Azzurri era rimasta a secco di successi esterni per ben quattro mesi, contro i blu-arancio l’impegno si annuncia probante per almeno due buone ragioni: la squadra tigullina è in piena zona rossa ed è impegnata in un testa a testa con la Sestrese per evitare i play out,  la seconda risiede nel fatto che il Magra Azzurri è stato per l’Albisola una avversario troppo modesto per capire se lo 0-4 ottenuto in trasferta fu vera gloria. A rimorchio c’è  la Rivarolese che sarà impegnata  impegnata sul terreno del Vado. Sarebbe una trasferta a rischio per la vice-capolista se non fosse per la paradossale debolezza dei rossoblu  incapaci al Chittolina di ottenere una vittoria dallo scorso anno.  Potrebbe trarre vantaggio nella corsa al secondo posto il Genova Calcio che al Ferrando riceve un Busalla ormai tranquillo. Più staccati sono Vado e Imperia con i nerazzurri che non dovrebbero faticare ad ottenere la vittoria esterna sul campo del Magra Azzurri.
Anche l’Albenga ha il solo obiettivo di migliorare la propria posizione di classifica.  L’attuale sesto posto è un piazzamento d’onore per i bianconeri neopromossi dopo 12 anni nella massima categoria regionale. Contro il Valdivara (sarà assente l’allenatore ingauno Biolzi, squalificato per due turni)  il tema di interesse principale sarà la vena realizzativa di Bertuccelli contro la difesa-bunker della squadra spezzina, la migliore in assoluto con appena 17 reti subite.  Rapallo-Sestrese è l’ultima chiamata per la compagine di Marselli che non ha alternative ai tre punti per avvicinare la Sestrese in competizione con la Sammargheritese per evitare i play out. L’1-1 di domenica scorsa al Piccardo contro la squadra levantina nello scontro diretto ha lasciato la situazione immutata per quanto riguarda la corsa salvezza.
Anche Rivasamba-Ventimiglia  ha le caratteristiche dell’ultima chiamata per la squadra di Sestri Levante, i tre punti consentirebbero solo l’aggancio a quota 27, in caso di sconfitte per Sestrese e Sammargheritese e bloccherebbero il Ventimiglia che potrebbe essere nuovamente coinvolto nella mischia.  Infine, Voltrese-Moconesi è una chance unica per la squadra della Valfonatanbuona: la vittoria cancellerebbe le ultime ansie e collocherebbe i rossoblu in un tranquillo centro classifica.
 
 

Informazioni sull'autore del post