Cairo Montenotte Cronaca In Primo Piano Sport

Profughi giocano nel campo di calcio di Cairo. Corrado Brin devasta spogliatoi

Cairo Montenotte. Più di uno sfogo l’azione messa a segno oggi da Corrado Brin, il figlio di Cesare Brin cui è dedicato  lo stadio della cittadina valbormidese nel quale oggi ha visto giocare una trentina di profughi. Pare non fossero vestiti a casaccio ma che indossassero magliette e scarpe firmate dal costo assolutamente proibitivo per italiani in difficoltà con stipendi spesso da fame o disoccupati.
Di qui la decisione di Brin di “distruggere quanto trovasse di fronte a sè entrando negli spogliatoi del campo”. “Delle conseguenze me ne strafotto – ha scritto Brin sul suo profilo Facebook – ho festeggiato il mio compleanno alla grande, facendo da ambasciatore a molti italiani che vivono in condizioni di indigenza. E in quello stadio oggi proprio loro sono stati offesi. Viva l’Italia libera, viva la stirpe italica” ha concluso il suo post Brin.

Informazioni sull'autore del post