Politica

Nuovo governo Gentiloni. Giusto deluso per conferma Lorenzin

Savona. Una parte almeno della classe medica cittadina e regionale ha mal digerito la conferma anche nel governo presieduto da Paolo Gentiloni del ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Una dura presa di posizione in questo senso è arrivata dallo Smi, il sindacato medici italiani e dal suo presidente regionale Renato Giusto.
“Molti di noi – ha commentato Giusto – sono stupiti del fatto che anche in questo governo sia stata confermata alla guida del ministero della salute la Lorenzin. Forse molti hano dimenticato le varie leggi che, durante i suoi precedenti mandati, ha promosso fortemente. Dall’appropriatezza delle prescrizioni che ci ha messo in forte difficoltà come categoria di medici di famiglia, al passaggio delle competenze della guardia medica al 118, misura contro la quale il sindacato si è fortemente opposto, per non parlare del fertility day e di altre iniziative veramente ai limiti del possibile”. Giusto Prosegue: “Ci saremmo aspettati che questo nuovo esecutivo usasse un pò più di sensibilità per la classe medica e per i problemi della sanità pubblica e che chi lo guida avendo a cuore i problemi dei cittadini nominasse una persona non solo politicamente vicina alla propria linea politica ma anche competente e preparata. Magari un collega medico non ci sarebbe stato male in quel posto in un momento tanto delicato per il Paese e per il suo sistema di cura”.
Giusto ha anche aggiunto: “Mi pare che il messaggio del 60% di cittadini che hanno votato No al referendum non sia stato affatto recepito e si prosegua esattamente come prima se non peggio di prima in una continuità senza senso. Se per caso infatti fosse passato il Sì, il ministro avrebbe in mano la maggior parte delle leve della sanità italiana, oggi in buona parte affidate alle regioni, e sarebbe un bel pasticcio”.

Informazioni sull'autore del post