Finale Ligure In Primo Piano Savona Sport

Savona e Finale: non rovinate tutto!

Savona. Per Savona e Finale è stato un giovedì calcistico da leoni, i risultati delle partite hanno parzialmente rimodellato il volto della classifica nell posizioni di vertice. Il Savona battendo la Lavagnese ha agganciato proprio i bianconeri alle spalle della coppia al vertice Gavorrano, Massese sempre a +3, ma la vera impresa l’ha griffata il piccolo grande Finale di Pietro Buttu che ha vinto il derby con l’U.Sanremo scavalcandola al 5° posto ed entrando in zona play off.

Domenica, sarà un’altra giornata chiave per gli equilibri del campionato di Serie D. Gavorrano, Lavagnese, Massese e U.Sanremo si affronteranno in scontri diretti incrociati mentre Savona e Finale giocheranno rispettivamente in trasferta a Viareggio e in casa contro lo Sporting Recco ovvero due delle squadre attualmente più in difficoltà del girone. Ma guai a credere queste partite già vinte, sarebbe un clamoroso errore di valutazione foriero di brucianti delusioni sportive.
Il Savona tornerà dopo vent’anni allo Stadio dei Pini di Viareggio, sede della storica Coppa Carnevale, dove incrocerà una squadra che proprio nelle ultime ore sembra avere trovato soluzione ai problemi societari con l’ingresso dei tifosi del Viareggio Club Angelo Francesconi che hanno acquisito il club salvandolo per il momento dalla liquidazione. La squadra è reduce da una clamorosa sconfitta per 6-0 subita contro il ForteQuerceta e per il Savona il compito non appare proibitivo. Tuttavia, il rischio zero non esiste. Lo sa bene l’allenatore Siciliano che non effettuerà nessun “turn over” ma schiererà la miglior formazione possibile. Con il dubbio Glarey. Il forte centrocampista ha praticamente recuperato dall’infortunio muscolare di due settimane fa ma il tecnico è cauto sul suo possibile utilizzo. Per il resto non si registrano assenze di rilievo ragion per cui è plausibile prevedere una conferma in blocco dell’undici di giovedì schierato con il 4-3-3 o in alternativa il 4-3-1-2. Potrebbe essere la partita ideale per gli attaccanti savonesi che si troveranno davanti una delle difese più battute con 26 reti incassate.
Anche per il Finale, la parola d’ordine è: continuità. I giallorossi sono partiti con obiettivi ben più modesti dell’attuale 5°posto ma, come si dice…..aggiungi un posto a tavola. Il target sono i 44/45 punti necessari per salvarsi; averne già raccolti 25 a due partite dalla fine del girone di andata significa aver messo un’ ipoteca sulla permanenza nella categoria. In fondo, Ghivizzano, Viareggio, Sestri Levante, Sporting Recco, Fezzanese e Grosseto stanno arrancando e i 10 punti di distacco acumulati dal Finale al momento valgono più di una garanzia. La squadra genovese condivide con Fezzanese, Grosseto, Viareggio il poco invidiabie record di reti subite (26)e la classifica descrive una situazione quasi disperata con la squadra in piena zona retrocessione. Anche per Buttu niente revisioni in corsa. La squadra che ha sbancato Sanremo lascia tranquilli tutti, si attende soltanto il debutto di Santiago Sogno, attaccante recentemente acquistato dal club.
Infine, i precedenti: Viareggio-Savona conta dieci incroci di cui uno in Serie B nella stagione 46/47. Il bilancio vede i versiliesi in vantaggio con 5 vittorie, 3 sono i pareggi e solo 2 le vittorie savonesi (ultima nel novembre 1995).
Inedito, invece, il confronto del “Borel” tra Finale e Sporting Recco. Sarà una prima: da applausi?
Appuntamento domenica alle 14.30

Informazioni sull'autore del post