Economia

Petrolig. formalizzato oggi il passaggio a Eni

Vado Ligure. Nuovo vertice oggi per la Petrolig nella cittadina del Ponente savonese. Sindacati e Eni hanno discusso della procedura per il passaggio, a partire dal 1 gennaio prossimo, dei 20 lavoratori del deposito petrolifero, al gruppo energetico di Stato. Un passaggio che però, al momento, prevede anche entro sei mesi la possibilità che si possa arrivare ad una cessione del sito agli olandesi della Alkion. “Per ora – ha sottolineato il segretario regionale della Uiltec Edo Pastorino – permane lo stato di agitazione. I lavoratori del deposito sono passati oggi ufficialmente alla gestione Eni, ma non abbiamo avuto ancora le necessarie garanzie che, qualora ci sia la cessione i posti di lavori siano preservati.
Come sempre abbiamo sostenuto sarebbe opportuno che anche dopo il passaggio in questione rimanessero in forza del gruppo oggi proprietario della struttura”. Sul tappeto anche la reintegrazione di 3 lavoratori che, andati in pensione, e secondo un accordo dello scorso anno, si sarebbero dovuti reintegrare con altrettante assunzioni. “Chiediamo – ha sottolineato Pastorino – che queste tre assunzioni al posto dei lavoratori andati in pensione, siano formalizzate da parte dell’azienda e, in questo senso una disponibilità l’abbiamo trovata. Ma per poter arrivare a questo risultato occorre anche che la terzializzazione dei servizi a pontile rientri e la sua gestione torni in mani Eni”.

Informazioni sull'autore del post