Attualità In Primo Piano

Legambiente: Comuni ricicloni 2016, comuni savonesi al top.

Genova. Forte incremento in alcune zone, ancora al palo Genova. E’ una Liguria a due velocità quella fotografata dal dossier Comuni Ricicloni 2016 promosso da Legambiente Liguria con il patrocinio della Regione Liguria ed il sostegno di Conai, consorzio nazionale imballaggi.
Dall’ analisi dei dati presentata questa mattina presso la Sala Trasparenza della Regione Liguria, sono trentadue i comuni che superano la soglia del 65% di raccolta differenziata nel 2015, esattamente il doppio rispetto al dato 2014.
Nell classifica generale il savonese è al top con percentuali che superano il 70%. Sette comuni entrano per la prima volta nella graduatoria dei migliori: Giusvalla ha aumentato la raccolta del23 %, Cairo Montenotte del 20%; Cosseria 24%; Altare 29%; Dego 33%; Piana Crixia 23%; Boissano 47%. Confermati rispetto al 2014 Giustenice come miglior comune ligure (82,06% di differenziata), Tovo San Giacomo è nono con un 73,68%; Pietra Ligure è venticinquesimo al 66,7% e Magliolo arriva al 60,39%.
Complessivamente la provincia di Savona è quella che, trainata dai 19 comuni che superano la soglia prevista dalla legge per la raccolta differenziata, ottiene i miglior risultato con il 42,05%. Fà eccezione Savona che ha perso 6,87 punti rispetto al 2014 chiudendo ad un misero 31,62%. Male Genova che ha aumentato solo dell 0,68% attestandosi al 34,57%.
Nella Provincia di Imperia il comune più virtuoso è quello di Montalto Ligure che tocca il 71,4%. Complessivamente l’imperiese è la zona peggiore di tutta la regione con soli tre comuni ricicloni. Imperia ha tuttavia incrementato del 5,78% fermandosi al 36,93%.
Bene la Provincia di La Spezia con Arcola, Ameglia, Framura e Levanto tra i comuni ricicloni. La Spezia è il migliore dei comuni capoluogo raggiungendo il 40%.
Ciò che risulta evidente, dice Santo Grammatico Presidente di Legambiente Liguria, è una regione a due velocità. Nelle zone dove la pianificazione e la raccolta dei materiali post- consumo sono seguiti con attenzione, la differenziata ha fatto passi da gigante. I bassi risultati mostrati in altre zone dimostra, al contrario, come gestire i rifiuti con logiche superate è inefficace”. 

Informazioni sull'autore del post