Alassio Attualità

Non solo maleducazione, c'è chi ha un profondo senso civico

Alassio. “Storie di ordinaria maleducazione” trova finalmente motivo di fermarsi e fare “chapeau” di fronte ad un gesto che riscatta la maleducazione che spesso si registra in riviera, soprattutto nel periodo estivo. E’ la storia di Elisa Rava, una signora proveniente dal lago di Como che ogni giorno si preoccupa di ripulire l’arenile alassino dall’immondizia lasciata dai turisti. Una segnalazione che arriva sulla pagina Facebook “Sei di Alassio se…”  riportata dal sig. Rapa che racconta: “Esprimo un desiderio: vorrei che sia dato un premio, un riconoscimento, un grazie di cuore a una donnina con i capelli bianchi che quasi tutti i giorni percorre l’arenile della spiaggia libera dopo il porto, avanti ed indietro, con un sacchetto della spazzatura per raccogliere quella che tante, troppe persone maleducate lasciano sulla sabbia, tra gli scogli, soprattutto carta, plastica e mozziconi di sigarette. Oggi ho fermato questa signora che da molti anni fa questo servizio a favore della cittadinanza, per complimentarmi con lei per il suo altruismo; si chiama Elisa Rava e proviene dal Lago di Como. Chi ne ha la facoltà le conceda un giusto riconoscimento.”
La richiesta non è caduta invano ed è stata accolta dall’amministrazione nella persona del Presidente del Consiglio alassino Patrizia Nattero che ricevendo la singolare segnalazione lancia l’appello e chiede di poter contattare prontamente la signora con l’obiettivo di ringraziarla per il lavoro preziosissimo che svolge.

Informazioni sull'autore del post