Attualità In Primo Piano Savona

Turismo col segno più per la Liguria, aumentano arrivi e presenze

Liguria. Il movimento turistico della prima metà del 2016 si è chiuso in Liguria con una buona performance, dovuta soprattutto al forte recupero registrato nel mese di giugno dopo che nei due mesi c’era stata una battuta d’arresto, dovuta soprattutto alle vacanze pasquali “anticipate” a marzo e al ponte del Primo Maggio ridotto ai minimi termini.  “I dati di giugno hanno visto una crescita del 3,26% delle presenze nella nostra regione consentendo di chiudere il bilancio del primo semestre con un segno decisamente positivo per la Liguria”.
Lo ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino commentando i numeri dell’Osservatorio regionale del Turismo sui primi sei mesi del 2016 che hanno chiuso, rispetto allo stesso periodo del 2015, con un circa +5% (+4,93% per l’esattezza) di presenze in Liguria, pari a oltre 278 mila visitatori in più rispetto allo scorso anno per un totale di poco meno di 6 milioni di presenze. Cresciute in particolare del 7,70% le presenze straniere contro il 3,25% degli italiani.
“Analizzando il trend dei visitatori dall’estero – ha commentato Berrino – si vede chiaramente che ogni mese ha registrato una crescita percentuale, con punte dell’oltre 40% a marzo. Un segnale positivo che indica la progressiva destagionalizzazione dei flussi, un aumento dell’appeal della nostra offerta all’estero, anche condizionata dalla crisi internazionale su alcuni territori confinanti, come la Francia. Con la campagna promozionale #lamialiguria vogliamo intercettare nuove fasce di turisti, attraverso tutti e cinque i sensi, per fare scoprire i tantissimi volti della nostra bellissima regione: dal mare allo sport all’aria aperta nell’entroterra, dall’enogastronomia della tradizione all’offerta culturale e museale. Le premesse perché sia un’estate molto positiva ci sono tutte: continuiamo a lavorare nella promozione e in una sempre più efficace messa a sistema dell’intera offerta regionale”. Nella foto il lungomare di Loano

Informazioni sull'autore del post