Sport

Rally Valbormida: si impongono Chente e Florean

Cairo Montenotte. Si è svolto il 35° rally Valli del Bormida, organizzato dal locale Rally Club Millesimo. Sono 58 le vetture che hanno partecipato tranne la Citroën Saxo Vts di Vedelago e Rudino.
Nella prova speciale A1, “Santa Giulia” (km 11,8), lo svolgimento conferma i pronostici della vigilia: Elvis Chentre e Fulvio Florean (Ford Fiesta R5 – New Driver’s Team) si aggiudicano il primo tratto cronometrato con 13″8 sull’analoga vettura di Alessandro Pettenuzzo e Daniele Araspi (Meteco Corse) e con 28″1 sulla Renault Clio S1600 di Matteo Levratto e Luca Vignolo (Rally Club Millesimo).

Quarta piazza, a 35″6, per la Clio R3C di Pulvirenti e Rosso, che precedono Cortese e Moncada (Mitsubishi Lancer Evo IX – Eurospeed), primo di gruppo N. Un inizio di incendio, senza conseguenze per l’equipaggio, ferma la Peugeot 208 di Invernici e Zanni: la prova è sospesa e i concorrenti transitano in trasferimento; agli stessi viene assegnato il tempo medio.

Nella prova speciale B2, “Santa Giulia” (km 6,7), Chentre e Florean replicano sulla seconda prova regolando la Peugeot 106 1600 gr. A di Danilo Ameglio e Massimo Marinotto (Racing for Genova Team), penalizzati dal tempo imposto nella prima speciale, di 8″ Pettenuzzo e Araspi, di 8″1 la Peugeot 205 Gti di Albino Condrò e Ciro Lamura e di 12″9 la Clio R3C di Pulvirenti e Rosso (Meteco Corse).
Dopo due prove il pilota aostano conduce con 21″8 su Pettenuzzo e 44″3 su Levratto; Pulvirenti è quarto a 48″5 e precede Tarantino e Campanella (Mitsubishi Lancer Evo IX – Eurospeed), primi di gruppo N. Settimo posto assoluto per il rientrante locale Roberto Pellerino, con Valerio Varaldo (Peugeot 208 R2B – Rally Club Millesimo).
Per quanto riguarda la prova speciale C3, “Montenotte” (km 15,0). Ancora Chentre. L’aostano si impone sulla speciale più lunga precedendo di 18″ Pettenuzzo, di 20″1 Condrò, di 26″ Ameglio e di 26″5 Levratto; si ferma, per uscita di strada, la Mitsubishi di Tarantino.
A metà gara Chentre e Florean guidano la graduatoria provvisoria con 39″8 di margine su Pettenuzzo e 1’10″8 su Levratto. Sale al quarto posto è il sorprendente Pellerino e precede i compagni di scuderia del Rally Club Millesimo Bonifacino e Tesi (Mitsubishi Lancer Evo IX), passati a condurre in gruppo N.

Informazioni sull'autore del post