Uncategorized

La solitudine del sindaco di Carcare, i migranti che stanno per arrivare e le terrificanti zanzare della Bormida

Un sindaco pretende di proteggere i propri concittadini tenendo alla larga migranti che stanno scappando da posti dove lui non resisterebbe mezzora. Non solo. Pur di proteggere i suoi concittadini (da che cosa non è ben chiaro) è pronto a dirottare quegli stessi migranti in un comune vicino. Dove, peraltro, è probabile che buona parte di quegli stessi concittadini vada a lavorare o, magari, a fare la spesa.
Non pensa, quel sindaco, che quei profughi si portano dietro un carico di dolore che lui non riesce neppure ad immaginare, e un senso di spaesamento terribile (lui che forse si perderebbe pure nel centro di Bologna, dove non si perde notoriamente neanche un bambino), e che hanno solo bisogno di una mano per sopravvivere. Di un sorriso e di due occhi che li guardino negli occhi. Pensa che, quei profughi, portino addirittura qualche misteriosa malattia. Magari trasmissibile attraverso le famigerate zanzare che si sviluppano, in estate, in quella pozzanghera che si chiama Bormida, e che passa proprio in mezzo al suo paese.
Trovo la storia di Franco Bologna, sindaco di Carcare, molto triste. Non ho un altro aggettivo disponibile. Mi sembra triste la storia e anche, o forse soprattutto, lui.
L’uomo è sicuramente in buona fede, ma il politico ha dimostrato tutti i suoi limiti. E’ riuscito, Bologna, nel breve volgere di un paio di giorni, ad avere tutti contro: i sindaci dei paesi limitrofi, diversi partiti e associazioni e persino un pezzo non trascurabile dei suoi concittadini. Ed ora anche il prefetto, che ha ridotto a carta straccia la sua ordinanza anti-migranti.
Ora i profughi arriveranno. E, come al solito, nessuno se ne accorgerà. Perché si faranno gli affari loro. E non daranno fastidio a nessuno.
Spero solo che arrivino forniti di Autan. Non vorrei che proprio loro, i migranti, abituati ad altri climi, prendessero qualche brutta malattia. Grazie alle zanzare di Carcare.
 

Informazioni sull'autore del post